I grandi comici del fumetto

I grandi comici del fumetto

Biografia

Tra il 1997 e il 2000, Sergio Bonelli Editore pubblica la collana annuale "I grandi comici del fumetto". Quattro volumi, interamente a colori, che portano le firme di autori che hanno fatto la storia del fumetto umoristico italiano: Benito JacovittiFranco BonviciniGiorgio Cavazzano e Antonio Terenghi (quest'ultimo in tandem con Alfredo Castelli). L'esordio avviene in coincidenza con il quarantesimo anniversario di Cocco Bill, pubblicato a partire dal 1957 prima sulle pagine di "Il Giorno dei Ragazzi" e poi su diverse testate, fino ad approdare negli anni 90 su "Il Giornalino". Jacovitti scatena il suo cowboy che beve solo camomilla in un'avventura pirotecnica dal titolo "Cocco Bill Diquaedilà".

"La città" è invece frutto dell'incontro della penna di Franco Bonvicini (in arte Bonvi) con le matite e gli inchiostri di Giorgio Cavazzano. I due architettano un albo, introdotto da Martin Mystère, in cui si incuneano nel cuore di New York per portare alla luce episodi buffi, bizzarri e anche poetici vissuti dai suoi abitanti, eventi ai confini della realtà nascosti dietro la patina della routine quotidiana.

La terza uscita ha per titolo "Maledetta galassia!" e rappresenta il seguito delle "Storie dallo spazio profondo", un progetto di fantascienza che aveva visto la luce nel lontano 1969 sulla rivista "Psyco", che aveva allora i testi di Francesco Guccini e i disegni di Bonvi. Di quest'albo inedito, invece, Guccini cura l'introduzione mentre il fumetto è nuovamente opera di Bonvi e Cavazzano che, tra il serio e il faceto, giostrano con i temi classici del genere (il pianeta sconosciuto, l'incontro con una razza aliena...), facendo immergere il lettore nelle profondità del cosmo e dei suoi misteri.

Il quarto e ultimo volume è dedicato alla celebrazione del cinquantesimo compleanno di un personaggio che, tra gli anni Cinquanta e Settanta del secolo scorso, imperversava sulle pagine degli "Albi dell'Intrepido" e "Il Monello": lo sceriffo Pedrito El Drito. In quest'avventura, orchestrata da Alfredo Castelli alla sceneggiatura e da Antonio Terenghi ai disegni, Pedrito torna a difendere le strade della sua cittadina, Tapioka City, e con lui riappaiono in scena la gelosissima fidanzata Paquita e la terribile tribù pellerossa dei Pistilli Forellati. Un omaggio a un personaggio e a un autore, Terenghi, che hanno piacevolmente accompagnato le letture dei ragazzi di qualche generazione fa.