Saguaro

Saguaro

Biografia

Thorn Kitcheyan è un navajo che fin da ragazzo viene apostrofato con un soprannome: Saguaro. Per alcuni, il Saguaro è solo un cactus pieno di spine, mentre per altri è una fonte di vita preziosa. Saguaro, in certo senso, incarna questi due aspetti: è irascibile e pericoloso, ma è anche pronto a sacrificarsi per una giusta causa e, in più di un'occasione, il suo intervento risulta decisivo e vitale.

Saguaro ha partecipato alla guerra in Vietnam, ma è stato congedato verso la fine del conflitto in seguito alle ferite riportate nel corso di un'azione. Di solito preferisce proprio l'azione alle parole ed è stato addestrato a sopravvivere in condizioni estreme, perciò sa cavarsela in ogni situazione ed è abile nel rilevare impronte e indizi.

Ma Thorn vive in un perenne stato di contraddizione: pare cinico e disincantato, eppure si fa in quattro per aiutare il prossimo; non crede nelle tradizioni, ma le conosce e onora chi le rispetta; preferisce vivere da solo, anche se non riesce a stare lontano dal luogo in cui è nato e dalle persone che, suo malgrado, gli hanno dimostrato stima e affetto. Non è infallibile, anzi: talvolta si lascia trasportare dalla rabbia, compiendo errori e subendone le conseguenze.

Avendo vissuto per anni con i bianchi, Saguaro pare aver perduto quell'equilibrio tipico della filosofia navajo, insieme al contatto con la propria terra d'origine. Il ritorno nella sua città natale - Window Rock, in Arizona, capitale della nazione Navajo - lo porta a intraprendere un lungo cammino avventuroso, ma anche interiore.

Nella riserva navajo molti nativi vivono ancora nell'indigenza, mentre i proprietari terrieri e le grandi corporazioni fanno i propri interessi, con il benestare dei politici locali. A causa dell'ambiguo rapporto con il governo centrale, poi, i poteri della polizia tribale navajo sono limitati e i casi più importanti vengono affidati ad agenti federali bianchi che non conoscono la riserva, la lingua e le tradizioni locali. Saguaro viene così arruolato per istituire un'unità speciale in grado di "comunicare" con un mondo complesso, chiuso, che ha i suoi codici e la sua storia e in cui serpeggiano rabbia e brama di rivalsa.