Adam Wild

Adam Wild

Biografia

Adam Wild è un esploratore scozzese, membro della Royal Geographical Society di Londra sul finire del XIX secolo. Un'epoca in cui alle spedizioni geografiche (come la storica ricerca delle sorgenti del Nilo) comincia a subentrare la ricerca antropologica, cioè lo studio delle popolazioni.

Adam Wild gode di una notevole popolarità, ma le sue spedizioni non sono adeguatamente finanziate, perché è troppo ribelle e renitente a redigere rapporti. Adam, infatti, è un uomo d'azione. Detesta i salotti di Londra e gli studiosi a tavolino di cui è pieno il suo ambiente. Preferisce rischiare la vita in imprese spericolate che mettono a dura prova le sue indubbie capacità. Ed è anche (e soprattutto) un difensore delle popolazioni indigene dai negrieri e dalle molte nuove minacce cui la "civilizzazione" dell'Africa li espone.

In molti stati africani, gli inglesi hanno propugnato l'abolizione dello schiavismo e gli americani post-Lincoln si sono adeguati, ma il traffico di schiavi continua verso il Medioriente, gestito prevalentemente dagli arabi, e, in nuove forme, anche verso l'occidente, dove sono diventati molto popolari gli "zoo umani".

Traffici contro i quali Adam Wild entra in azione, opponendosi allo stravolgimento dei secolari costumi di vita delle popolazioni indigene, le guerre tribali provocate ad arte, lo sfruttamento senza scrupoli delle miniere d'oro e di diamanti da parte delle grosse compagnie occidentali.

Adam Wild è un uomo d'azione e di carattere, dunque. Meglio non farlo arrabbiare!