20 marzo 2020

La scomparsa di Giovanni Romanini

La scomparsa di Giovanni Romanini

Ci giunge la notizia dell'improvvisa scomparsa di Giovanni Romanini, disegnatore di grande esperienza che per la nostra Casa editrice ha lavorato su molti albi di Martin Mystère ma ha legato il suo nome soprattutto alla grande stagione dei neri italiani.

Nato a Bologna alla fine del 1945, Giovanni Romanini ha avuto una carriera fumettistica lunga e variegata, anticipata dagli esordi come disegnatore delle pubblicità animate di Carosello, per cui realizza anche il famoso personaggio di Tacabanda.

Il passaggio al mondo delle nuvole disegnate arriva grazie al concittadino Roberto Raviola, in arte Magnus, che prima lo presenta all'Editoriale Corno per fargli disegnare Kriminal e poi lo prende come suo assistente. La collaborazione tra i due prosegue per diversi anni, continuando anche dopo che entrambi hanno ormai lasciato la casa editrice di Andrea Corno. Insieme realizzano, tra le altre cose, anche La compagnia della forca, una lunga saga comica di ambientazione medievale, più volte ristampata nei decenni successivi.

Negli anni, Romanini lavora su diversi fumetti neri, tra cui Zora a Wallenstein, trovando però anche modo di mostrare tutta la sua duttilità disegnando un migliaio di tavole per la Disney e alcuni fumetti erotici, tra cui due volumi insieme a Lucio Filippucci, dedicati a Cicciolina e pubblicati poi in mezzo mondo.

Arriva in Bonelli a metà degli anni 90, inizialmente supportando il Maestro Magnus nella lavorazione del celebre Texone, quindi dedicandosi prima a Zona X – realizzando diversie storie "libere", oltre agli inchiostri per un episodio di Robinson Hart disegnato dai fratelli Cestaro – e successivamente a Martin Mystère. Del Detective dell'Impossibile disegna una trentina di storie, pubblicate nelle varie testate che vedono protagonista il personaggio creato da Alfredo Castelli.

Ci lascia nella notte tra il 19 e il 20 marzo a causa di un malore improvviso. 

La redazione di via Buonarroti si stringe intorno ai suoi cari in questo momento di dolore.

20/03/2020