4 febbraio 2020

Crovi ritrova De Vincenzi

Crovi ritrova De Vincenzi

Luca Crovi, redattore bonelliano di lungo corso, ha dato alle stampe nel 2018 il suo primo romanzo, con protagonista il commissario De Vincenzi creato da Augusto De Angelis nei 1935. Martedì 4 febbraio presenta alla Feltrinelli di piazza Duomo, a Milano, il seguito.

Uscito nel 2018, "L'ombra del campione" è stato il primo romanzo scritto da Luca Crovi, redattore bonelliano da tanti anni e tra i massimi esperti italiani di letteratura gialla. Il libro riportava in scena il personaggio del commissario Carlo De Vincenzi, creato nel 1935 da Augusto De Angelis e già protagonista di una ventina di romanzi scritti dal suo creatore. Soddisfatto del lavoro svolto e galvanizzato dalla buona accoglienza di pubblico e stampa, Crovi si è subito messo al lavoro su un seguito, che ora è finalmente pronto.

Gennaio 1929. Mentre il Generale Inverno assedia Milano e la avvolge di bianco, una donna viene trovata cadavere davanti alla Colonna del Diavolo, vicino alla basilica di Sant'Ambrogio, e il caso rischia di compromettere alcuni membri del partito fascista. Ma il pugno di ferro della milizia trova opposizione in Arturo Toscanini, nei "bravi ragazzi" della mala meneghina, e nel commissario De Vincenzi, che non si lascia ingannare da chi vuole depistarlo.

Pubblicato da Rizzoli, "L'ultima canzone del naviglio" arriva in libreria martedì 4 febbraio. Per accompagnarne l'uscita, Luca Crovi incontra i lettori presso la libreria Feltrinelli di piazza Duomo a Milano, alle ore 18:30 proprio del 4 febbraio. Se siete appassionati di romanzi gialli o volete scoprire una Milano che non esiste più se non nei racconti dei nonni, non potete mancare! 


Se non volete perdervi nessun aggiornamento riguardo Mercurio Loi, seguite la pagina Facebook del personaggio. Per rimanere aggiornati su tutte le novità della nostra Casa editrice, potete seguire la pagina ufficiale di Sergio Bonelli Editore su Facebook o su Instagram, iscrivervi al nostro canale YouTube o alla newsletter settimanale.

29/01/2020