8 dicembre 2019

La scomparsa di Federico Memola

La scomparsa di Federico Memola

Autore di numerose storie per la nostra Casa editrice, creatore di Jonathan Steele, lo sceneggiatore milanese è scomparso nelle prime ore dell'8 dicembre.

Dopo una malattia che lo ha duramente provato nel corso dell'ultimo anno, nelle prime ore dell'8 dicembre ci ha lasciato Federico Memola.

Nato a Milano l'8 ottobre 1967, si è diplomato al Liceo Linguistico. Nel 1990, ha cominciato a collaborare con la rivista "Fumo di China", per la quale ha creato la serie "Moon Police Dpt.", e ha scritto alcune sceneggiature per l'"Intrepido". Nel 1993, è entrato a far parte della Sergio Bonelli Editore in qualità di redattore e sceneggiatore; dopo aver scritto il n° 45 di Nathan Never, gli è stata affidata la testata Zona X, di cui è divenuto curatore e per la quale ha ideato le serie "La stirpe di Elän" e "Legione Stellare", oltre a scrivere alcune storie di "Magic Patrol" e alcuni "Classici di Zona X". Nel frattempo, ha collaborato a Legs Weaver sceneggiando, insieme a Stefano Piani, il terzo Speciale.
Nel 1999 nasce la testata intitolata al personaggio di Jonathan Steele, che porterà avanti per Sergio Bonelli Editore fino alla sua chiusura, con il sessantaquattresimo albo, nel 2004. Successivamente collabora ad alcune storie di Martin Mystère, per poi lavorare con Star Comics su di una nuova serie di Jonathan Steele (53 albi mensili, più extra, speciali e le avventure di Agenzia Incantesimi), fino al 2009, e quindi occuparsi di un nuovo personaggio di sua creazione, "Rourke". Nel 2010 esordisce "Harry Moon", per Planeta/De Agostini. Dal 2010 scrive la serie "Gray Logan", creata da Stefano Vietti per Il Giornalino delle Edizioni San Paolo. Dal 2012 la pubblicazione di Jonathan Steele prosegue con tre volumi editi da Kappalab. Di nuovo per Il Giornalino, nel 2013 crea il personaggio di "Roland". Nel 2018, pubblicato da Manfont, sceneggia il volume "Il regno di Fanes", ispirato ad alcune leggende dolomitiche, del quale aveva iniziato a realizzare il seguito. 

Alla moglie Teresa, a tutta la famiglia e gli amici di Federico va l'affetto e la vicinanza della redazione di via Buonarroti.

08/12/2019