4 giugno 2019

La scomparsa di Rinaldo Traini

La scomparsa di Rinaldo Traini

Roberto Genovesi, direttore artistico di Cartoons on the Bay, ha annunciato su Facebook la scomparsa di Rinaldo Traini. Scrittore ed editore, è stato una delle figure fondamentali del mondo del fumetto italiano degli ultimi cinquant'anni.

Scomparso a Roma il 3 giugno, Rinaldo Traini è stato senza dubbio una delle figure principali nel lungo percorso che ha fatto diventare il mondo del fumetto italiano ciò che è oggi. Non solo è stato sceneggiatore, saggista ed editore, ma è stato anche attivissimo organizzatore e curatore di mostre e manifestazioni dedicate alla nona arte, sia in Italia sia all'estero. È grazie anche al suo lavoro dietro le quinte che il fumetto, nell'Italia di oggi, ha una considerazione tale da permettere di parlarne sui giornali e in televisione.

Nato nel 1931, si è occupato di fumetti praticamente per tutta la vita, prima come saggista e poi facendo parte - nel 1965 - del gruppo che ha creato il Salone Internazionale dei Comics di Bordighera, che l'anno dopo si è spostato a Lucca e nel 1995 a Roma per essere inglobato da Expocartoon, manifestazione fondata e diretta dallo stesso Traini. Sempre nel 1965 ha fondato la casa editrice Comic Art, con cui pubblica alcuni dei personaggi più famosi e importanti della storia del fumetto mondiale e che a cavallo tra gli anni 80 e 90 è stata tra le protagoniste della rinascita del fumetto supereroico in Italia.

Con le sue pubblicazioni - principalmente le antologiche Comic Art e L'Eternauta - ha dato modo di esordire a molti dei grandi autori del fumetto italiano di oggi, e oggi lo si ricorda giustamente come una persona appassionata e convinta del valore culturale che hanno i fumetti.

La redazione di via Buonarroti si stringe ai suoi cari in questo momento di dolore.

04/06/2019