5 ottobre 2014

La scomparsa di Lorenzo Bartoli

Si è spento a 48 anni lo sceneggiatore romano, autore di tanti fumetti pubblicati da Eura/Aurea Editoriale e di alcune storie di Martin Mystère e Dylan Dog.

06/10/2014

La scomparsa di Lorenzo Bartoli

Nato a Roma il 7 aprile 1966, Lorenzo Bartoli ha fatto il suo esordio nel mondo dei fumetti pubblicando su "L'Eternauta" (Comic Art) nel 1988. Nel 1993, insieme al disegnatore Andrea Domestici, crea il personaggio "Arthur King", che ironicamente "omaggia" a suo modo il nostro Nathan Never, inizialmente pubblicato da Cierre Editore e quindi portato in edicola da Macchia Nera, nel 1995. Conseguentemente a questo lavoro, Bartoli entra in contatto con Alfredo Castelli e scrive la sceneggiatura per una storia di Martin Mystère che comparirà sul secondo Maxi del Detective dell'Impossibile, nel 2005. Con lo pseudonimo di Akira Mishima, pubblica per Fanucci i romanzi "Bambole" (1996) e "Overminder - Il Sognatore" (1998). Nel 2002, insieme all'amico e collaboratore Roberto Recchioni, Bartoli lancia "John Doe" (Eura Editoriale) che gli vale, nel 2003, l'assegnazione dei Premi Micheluzzi (Napoli Comicon) e Gran Guinigi (Lucca Comics). Sempre con Recchioni e sempre per stessa Casa editrice, nel 2005 crea "Detective Dante", miniserie di 24 numeri.

Nel 2007, Edizioni BD porta in libreria "Cuori da bar", un'antologia che raccoglie i migliori racconti apparsi sul blog di Bartoli. Nel 2010 realizza una storia umoristica (illustrata da Massimo Carnevale) per il quarto Dylan Dog Color Fest. Proseguendo la sua attività di sceneggiatore, nel 2011 diventa anche direttore editoriale dell'Eura. Tra le sue attività, attualmente era al lavoro su Zagor, di cui aveva completato uno Speciale di prossima pubblicazione.