Almanacco dell'Avventura 2015

Nel deserto di fuoco.

Più di trentamila soldati, fra giapponesi e americani, muoino nel 1945 su un'isola del Pacifico. Ancora una volta Gino D'Antonio racconta a fumetti gli orrori della Seconda Guerra Mondiale, "una tragedia i cui attori furono uomini e donne qualunque, come quelli di oggi".

di Luca Boschi.

18/09/2014

Nel deserto di fuoco.

La collana antologica più ambiziosa voluta da Sergio Bonelli, “Un Uomo un’Avventura”, si propone come una straordinaria passerella di firme importanti del Fumetto italiano.


Giugno 1978, il lancio del sedicesimo volume
di "Un Uomo un'Avventura".

Nasce alla fine degli anni Settanta, quando alcuni autori, professionisti consumati, hanno da poco consolidato la loro reputazione presso un pubblico più esigente e sofisticato partecipando alle riviste del settore. A questi artisti, nomi del calibro di Hugo Pratt, Guido Buzzelli, Milo Manara, Sergio Toppi o Dino Battaglia, se ne affiancano altri che, nella loro carriera, hanno lavorato soprattutto per gli albi popolari, principalmente destinati ai ragazzi. È una platea tutt’altro che semplice da conquistare, poco incline a stupirsi per le sperimentazioni grafiche o le innovazioni di tecnica narrativa, e che pretende invece storie dense di fatti, chiede di farsi trasportare nella lettura dalla prima all’ultima pagina, come soltanto i grandi costruttori di avventure sanno fare. Gino D’Antonio è fra questi.

Per ragioni legate alla sua biografia creativa, non transiterà mai da AlterLinus, L’Eternauta, Comic Art o Corto Maltese negli anni in cui alcuni suoi illustri colleghi lo fanno. Forse anche per questa ragione la collana Un Uomo un’Avventura gli fornisce un’opportunità unica, che si affretta a cogliere al volo: quella di scrivere e disegnare per un lettore diverso dal suo solito, adolescente o adulto, possibilmente avvezzo a montaggi delle tavole talvolta complessi, forse anche appassionato degli autori promessi dalla collana e che ha conosciuto su quelle che qualcuno aveva battezzato “riviste per intellettuali” [...].

L'articolo continua sull'Almanacco dell'Avventura 2015

Le altre anteprime dei dossier:

Il mestiere del fumetto di Luca Boschi.

Un western d'Africa di Luca Barbieri.

Un secolo in famiglia di Graziano Frediani.

In apertura: un'immagine dal film "Flag of Our Fathers" (2006), dove il regista Clint Eastwood rievoca lo sbarco dei Marines statunitensi a Iwo Jima.