Franco Bignotti

09/05/2013

Nato nel 1930 a Cellatica (BS), Franco Bignotti frequenta l'Accademia di Brera per poi intraprendere la carriera di grafico pubblicitario e illustratore per libri di fiabe. Il suo primo lavoro nel mondo dei fumetti è datato 1951: si tratta di "Piccolo Centauro", per le Edizioni Carroccio.

La collaborazione con la nostra Casa editrice inizia nel 1956. Per le Edizioni Araldo firma, infatti, la lunga serie di Hondo e contemporaneamente quella di Un ragazzo nel Far West (il primo su testi di Bonelli padre, il secondo del figlio Sergio). Sue anche alcune storie della nuova versione di Furio Almirante.

Contemporaneamente, lavora anche per la Lug di Lione portando avanti le avventure "francesi" di "Capitan Miki" e per la londinese Fleetway, realizzando storie western.

Nel 1970 inizia ad alternarsi a Francesco Gamba sulle pagine di Il Piccolo Ranger e a Ferri e Donatelli su quelle di Zagor. Si guadagna così la fama di disegnatore versatile, la cui velocità non va mai a discapito della qualità, autentico jolly per la Casa editrice. Nessuna meraviglia, dunque, che gli vengano affidate anche storie di Mister No (la prima nel 1975, in collaborazione con Donatelli, "L'ultimo cangaceiro", seguita a breve da molte altre) e Martin Mystère.

Muore a Milano il 16 febbraio 1991.