2012

Saguaro

15/05/2013

Il protagonista della nuova serie bonelliana, sceneggiata da Bruno Enna, si chiama Thorn Kitcheyan, meglio conosciuto con il soprannome di Saguaro. Di origini navajo, Saguaro, reduce dal Vietnam, nel 1972 torna a Window Rock, in Arizona, capitale della Nazione Navajo.

Non ci mette molto a scoprire che la grande riserva non è cambiata: molti nativi vivono ancora nell'indigenza, i proprietari terrieri fanno i loro comodi e le corporation sfruttano le terre in barba ai trattati, con il benestare dei politici locali. Il vicedirettore del Federal Bureau di Albuquerque, Clive Waters, grazie all'aiuto del comune amico Art Parker, arruola Saguaro, chiedendogli di istituire un'unità speciale e di situarne la sede vicino a quella del Consiglio Tribale e dell'Ufficio per gli Affari Indiani. Thorn, che ha vissuto per lungo tempo con i bianchi e pare essersi allontanato dalla "Via della Bellezza" navajo, scopre in breve di dover fare i conti con un doloroso passato, con la terra in cui è nato e, soprattutto, con la propria coscienza.