1982

Gil

14/05/2013

Reduce della guerra del Vietnam, Gil Moran, stanco di violenza e di sangue, e insofferente nei confronti di ordini e gerarchie, decide di vivere alla giornata attraversando l'America sul suo cavallo bianco.

Le sue avventure, se vogliamo, un po' simboliche, ma comunque ricche di riferimenti all'attualità, furono un tentativo di raccogliere e insieme sensibilizzare l'attenzione del pubblico verso problemi (quali l'ecologia) che, in quel momento, stavano emergendo con prepotenza all'interno della nostra società.

L'operazione, però, si dimostrò prematura e la serie, opera dello sceneggiatore Ennio Missaglia per i testi e di suo fratello Vladimiro per i disegni (con la collaborazione del sempre bravo Ivo Pavone), non incontrò il successo desiderato, chiudendo dopo neanche un anno di vita.