1950

Red Carson

14/05/2013

Red Carson fu l'eroe di un inconsueto, avvincente western importato dagli Stati Uniti. L'autore era Warren Tufts, il cui stile richiamava molto da vicino quello del grande Alex Raymond. Lo stesso protagonista delle storie (il cui nome originale era Casey Ruggles, e che fu ribattezzato prima Red Carson e successivamente Lo Sceriffo di Ferro) somigliava non poco a Flash Gordon.

Le avventure avevano delle caratteristiche un po' insolite per un fumetto western, ricche com'erano di humor e di mistero. In molte storie dell'originale statunitense, non si seguivano i normali moduli narrativi, per cui un episodio poteva addirittura rimanere in sospeso, senza la sua logica conclusione, che veniva lasciata alla fantasia dei lettori. Gianluigi Bonelli si rese conto di questa carenza e intervenne in prima persona nella traduzione, reinventando i dialoghi per renderli più consoni al gusto del lettore italiano e inserendo episodi di raccordo più tradizionali (e più coerenti), disegnati dal bravissimo Mario Uggeri.