Intervista Nathan Never

Un Magazine marziano!

Il 25 luglio atterra in edicola, fumetteria e sul nostro Shop online il Nathan Never Magazine 2020, con un corposo dossier sul Pianeta Rosso realizzato dall'Agenzia Spaziale Italiana. Ci siamo fatti svelare qualche dettaglio in anteprima da Luca Del Savio.

A partire da sabato 25 luglio potete trovare in edicola, fumetteria e nel nostro Shop online l'edizione 2020 di Nathan Never  Magazine, dedicata al pianeta Marte. Un albo ricco, come sempre, di fumetti e articoli, che è però ulteriormente impreziosito dalla collaborazione con ASI - Agenzia Spaziale Italiana, che grazie al lavoro di Francesco Rea ci presenta un interessante dossier sull'esplorazione scientifica del Pianeta Rosso. Per raccontarvi cosa potete trovare nelle 176 pagine dell'albo, vi proponiamo un'intervista al nostro redattore capo centrale Luca Del Savio. Buona lettura!

► Space X ha appena permesso alla NASA di tornare a decollare dagli Stati Uniti, il presidente Trump ha varato la Space Force e Sergio Bonelli Editore esce con un Nathan Never Magazine dedicato al pianeta rosso. A questo punto la domanda sorge spontanea: c'è vita, su Marte?

Qualcuno di spiritoso ti risponderebbe: «solo il sabato sera». In realtà, è proprio quello che si domandano le agenzie spaziali di tutto il mondo ed è ciò che l'ASI (Agenzia Spaziale Italiana) prova ad aiutarci a scoprire sulle pagine del Nathan Never Magazine di quest'anno. Se non c'è vita su Marte, qualcuno dovrebbe inventarsela. Anzi, in tanti lo hanno già fatto, attraverso mille romanzi, film, telefilm, fumetti e videogiochi e i ricchissimi dossier di cui è infarcito il Magazine, realizzati dal nostro team di superesperti, ce li fanno conoscere tutti (o quasi), anche grazie al prezioso contributo di un curioso per eccellenza: il Buon Vecchio Zio Alfredo Castelli, autore di un approfondimento sull'argomento "marziano" che straborda di straordinari spunti, permettendoci di fare scoperte impensabili!

Se non c'è vita su Marte, qualcuno dovrebbe inventarsela. Anzi, in tanti lo hanno già fatto, attraverso mille romanzi, film, telefilm, fumetti e videogiochi.

► A parte gli scherzi, Nathan Never è stato in orbita sulla Stazione Spaziale Internazionale, grazie alla collaborazione della nostra Casa editrice con ASI ed ESA. E il connubio con l'Agenzia Spaziale Italiana prosegue proprio sulle pagine del Magazine, grazie al lungo dossier di Francesco Rea. Ce lo presenti? 

Vi presento sia Francesco che il dossier. Francesco Rea è il Responsabile Relazioni Esterne e Ufficio Relazioni con il Pubblico dell'Agenzia Spaziale Italiana. Al di là del biglietto da visita, si tratta della persona che, insieme al suo team e al supporto di figure appassionate ed esperte di Spazio quanto lui, come il prezioso Fabrizio Zucchini, ha sventolato, in questi ultimi anni, la bandiera del fumetto nei corridoi dell'Agenzia Spaziale Italiana. Capendo il valore e la forza comunicativa delle Nuvole Parlanti, ha dato il via a numerose iniziative, anche con altri editori, che per quanto riguarda Sergio Bonelli Editore sono culminate, sul finire del 2019, con l'uscita in libreria di Nathan Never. Stazione Spaziale Internazionale. Con l'idea di non limitare l'uscita al solo mercato librario, in accordo con l'Agenzia, il volume si è trasformato poi in albo, giunto in edicola la scorsa primavera.

Il dossier curato da Francesco costituisce l'appendice scientifica del Nathan Never Magazine, ripercorrendo la storia dell'esplorazione marziana, passata, presente e futura. Attraverso le sue parole, scoprirete come nacque la "leggenda" dei canali di Marte di Schiaparelli, quali sono state le prime missioni robotiche a raggiungere il suolo marziano e cos'hanno scoperto, senza dimenticare i progetti attualmente in programma da parte delle varie agenzie spaziali internazionali e quale ruolo gioca il nostro Paese, grazie all'opera dell'ASI.

Vedremo altri frutti della nostra collaborazione con ASI, siamo infatti al lavoro su un nuovo racconto inedito di Nathan Never che contiamo di presentare, in un cartonato da libreria.

 Ma da qui al 2023, quando partirà la missione ExoMars di cui parla Rea, vedremo altri progetti in tandem tra SBE e ASI? 

Intanto, prendo la penna rossa e ti correggo: la partenza è prevista già nel 2022. È l'atterraggio (anzi, come scopriamo leggendo il dossier, si dice, giustamente, "ammartaggio") a essere fissato per il 2023. E sì, prima di allora vedremo nuovi frutti della collaborazione tra SBE e ASI. Siamo al lavoro su un nuovo racconto inedito di Nathan Never, che contiamo di presentare, in un cartonato da libreria, interamente a colori, il prossimo autunno. Di cosa tratterà? Chi saranno gli autori? Non voglio distrarre i lettori dall'importanza dell'iniziativa più vicina a giungere nelle loro mani, quella del Nathan Never Magazine, appunto. Avremo tempo di riparlarne nei prossimi mesi e di svelare cosa stiamo preparando per tutti gli appassionati di Avventura e di Spazio.

► Oltre a un'avventura di Nathan Never, questo Magazine ospita anche altre due storie a tema marziano. Vuoi parlarcene? 

Di Nathan presentiamo la ristampa della sua prima storia marziana (1997), non a caso intitolata "Il Pianeta Rosso". Mentre facciamo un balzo ancora più indietro nel tempo con un estratto (a colori) di un grande classico mysteriano, "Il flauto di Pan" (gli appassionati del Detective dell'Impossibile capiranno il perché di questa scelta), scritto nel 1985 da Alfredo Castelli (da un soggetto suo e di Sauro Pennacchioli) e disegnato da Claudio Villa. Doppio balzo all'indietro per le pagine tratte da Judok (1968), un'insolita incursione nella fantascienza per due maestri del western come il papà di Tex, G.L. Bonelli, e uno dei pennelli più amati in forza alla squadra del Ranger: Giovanni Ticci.

► Poi, naturalmente, il Magazine è pieno zeppo di articoli su come cinema, tv, fumetti e videogiochi hanno raccontato Marte. Ma se tu dovessi consigliare ai nostri lettori uno solo, dei tanti titoli citati, quale sarebbe? 

Il dossier curato da Francesco Rea di ASI costituisce l'appendice scientifica del Nathan Never Magazine, ripercorrendo la storia dell'esplorazione marziana, passata, presente e futura. .

Domanda cattiva! Scelta difficilissima, per un appassionato come il sottoscritto. Potrei metterci giorni a risponderti, ma scelgo il rischio e vado a memoria pensando alle cose che mi vengono in mente, genere per genere. Romanzi: "City", di Clifford D. Simak - fondamentale contributo di un filosofo marziano per l'evoluzione dell'umanità. Film: "The Martian", di Ridley Scott - ho senz'altro preferito il libro di Andy Weir, ma pur con qualche concessione, la pellicola è riuscita a entusiasmarmi. Videogiochi: "Martian Gothic: Unification" (Creative Reality): tre personaggi da guidare in modo asincrono e da far sopravvivere all'orrore scatenatosi su Marte. Fumetti: "Watchmen", di Alan Moore e Dave Gibbons, con il fondamentale capitolo della saga che vede il Dottor Manhattan e Silk Spectre riunirsi sulla superficie del Pianeta Rosso. Ok, quanti sono riuscito a far arrabbiare con queste scelte?

A cura di Alberto Cassani

Nathan Never Magazine 2020 vi dà appuntamento in edicola, fumetteria e nel nostro Shop online dal 25 luglio. Nel frattempo, continuate a seguirci perché le iniziative legate a questo specialissimo albo non sono certo finite!


Se non volete perdervi nessun aggiornamento riguardo Nathan Never, seguite la pagina Facebook del personaggio. Per rimanere aggiornati su tutte le novità della nostra Casa editrice, potete seguire la pagina ufficiale di Sergio Bonelli Editore su Facebook o su Instagram, iscrivervi al nostro canale YouTube o alla newsletter settimanale.

26/06/2020