Gallery Nathan Never

L'origine di Skotos!

Con il numero di Nathan Never in edicola dal 19 gennaio inizia una trilogia di albi scritta da Bepi Vigna che racconta l'infanzia di Aristotele Skotos, il primo grande nemico dell'Agente Alfa. Romeo Toffanetti gli ha dedicato alcune illustrazioni.

04/02/2022

I racconti intrecciati da Bepi Vigna vi terranno compagnia fino a marzo scavando nel passato del padre/padrone della Chiesa della Divina Presenza.

La grandezza di un eroe si misura dal calibro dei suoi avversari. Cosa c'è di meglio, dunque, che cominciare la nuova annata neveriana con un ciclo di storie interamente dedicato allo scomparso Aristotele Skotos?

I racconti intrecciati da Bepi Vigna vi terranno compagnia fino a marzo scavando nel passato del padre/padrone della Chiesa della Divina Presenza con una struttura particolare: poiché le vicende narrate si svolgono nel passato, ci è sembrato giusto separare in maniera netta ogni episodio. 

Nella prima metà dell'albo troverete quindi un'avventura che vede agire Nathan in prima persona, nella seconda i riflettori saranno totalmente puntati sul cattivo. E per inaugurare la saga, Romeo Toffanetti ha disegnato per noi e per voi le inquietanti pin-up di Skotos che trovate in fondo alla pagina.

Aristotele Skotos è stato il primo grande nemico con cui Nathan Never si è scontrato nel corso della sua trentennale saga. Un personaggio ambiguo e oscuro, che ha rappresentato, in maniera efficace, le varie incarnazioni che può assumere il male nella società del futuro.

In futuro sono previsti altri due cicli di storie, uno riguardante gli anni dell'adolescenza e l'altro che analizzerà le principali tappe dell'ascesa al potere nell'età matura del criminale.

Egli si è sempre mosso su una duplice e contraddittoria direttrice: da un lato, quale leader della setta religiosa della Divina Presenza, ha predicato un ritorno alla spiritualità e il distacco dai piaceri materiali; dall'altro, in qualità di capo di una grande multinazionale del crimine, ha contribuito a portare fino all'estremo le logiche della società capitalistica e consumistica.

Skotos ha intrattenuto stretti legami con la Yakuza e la Mafia, ha controllato il traffico di ordigni bellici e di droghe sintetiche sulla Terra e sulle Stazioni Orbitanti, è stato il re indiscusso della produzione e commercializzazione della tecnologia a basso costo. Nel corso della sua carriera non ha esitato a uccidere e a utilizzare le armi della corruzione, del ricatto e dell'intimidazione per consolidare il suo potere.

"L'eredità di Skotos" è la prima parte di una trilogia che racconta l'infanzia del personaggio e indaga le origini del male che egli ha sempre incarnato. In futuro sono previsti altri due cicli di storie, uno riguardante gli anni dell'adolescenza e l'altro che analizzerà le principali tappe dell'ascesa al potere nell'età matura del criminale. Crediamo che una personalità complessa e interessante come quella di Aristotele Skotos meritasse un tale approfondimento.

Bepi Vigna

Nathan Never 368 "L'eredità di Skotos", testi di Bepi Vigna e disegni di Romeo Toffanetti e Germano Bonazzi, copertina di Sergio Giardo. Dal 19 gennaio in edicola, fumetteria e nel nostro sito ufficiale.


Se non volete perdervi nessun aggiornamento riguardo Nathan Never, seguite la pagina Facebook del personaggio. Per rimanere aggiornati su tutte le novità della nostra Casa editrice, potete seguire la pagina ufficiale di Sergio Bonelli Editore su Facebook o su Instagram, iscrivervi al nostro canale YouTube o alla newsletter settimanale.