19 gennaio 2022

Addio a Michelangelo La Neve

Collaboratore di Martin Mystère e Dylan Dog, Michelangelo La Neve è stato uno degli sceneggiatori fumettistici più attivi degli anni 90, spaziando tra i generi e gli editori, e mettendo poi il suo talento anche al servizio di cinema e tv.

19/01/2022

Addio a Michelangelo La Neve

Ci ha lasciati improvvisamente il 19 gennaio, a 62 anni, Michelangelo La Neve. Per la nostra Casa editrice è stato sceneggiatore di Martin Mystère e Dylan Dog a partire dai primi anni 90, ma in quel decennio era quasi impossibile leggere una serie a fumetti senza imbattersi in qualche sua storia. Nel corso della carriera ha messo il suo prolifico talento a disposizione di tante situazioni editoriali diverse, passando poi anche per gli schermi televisivi e le sale cinematografiche, luogo in cui si trova proprio ora la sua ultima fatica, il "Diabolik" che ha sceneggiato insieme ai Manetti Bros.

Nato in provincia di Cosenza nel 1959, si era trasferito a Varese da bambino e poi a Roma da adulto, iniziando l'attività di disegnatore e illustratore per editori come Cioè e Play Press, convertendosi però rapidamente al solo lavoro di scrittura. A cavallo tra gli anni 80 e 90 è stato tra le firme più importanti della produzione horror della Acme, riempiendo le pagine di "Splatter", "Mostri" e "Zio Tibia" di storie crude e violente, ma sempre immaginifiche e sorprendenti.

Negli stessi anni è stato sceneggiatore di fumetti erotici per "Blue" e ha collaborato con l'Editrice Universo prima con la nuova edizione di "Intrepido" e poi sviluppando con successo in un mensile autonomo il "Dipartimento ESP" da lui creato proprio per le pagine del  rinato settimanale. Ha in seguito varcato i confini nazionali realizzando per i francesi di Les Humanoids Associès "Le jours des magiciens" con Marco Nizzoli e "Sebastian X" con Stuart Immonen.

Nel nuovo millennio ha collaborato con Marco e Antonio Manetti alle sceneggiature dei film "Song 'e Napule", "Ammore e malavita", "Letto n.6" (diretto però da Milena Cocozza) e del citato "Diabolik" e di un episodio della serie "L'ispettore Coliandro". In tv ha lavorato anche ad alcune sceneggiature per l'ultima stagione di "Il commissario Rex", trasmessa nel 2015.

Tra i suoi tanti lavori si ricordano anche il volume "L'Opera a Fumetti" realizzato per il Teatro dell'Opera di Roma e il romanzo fantasy, scritto a quattro mani con Lorenzo Amadio, "Cyrus Dikto - La Sinfonia dell'Immortale", pubblicato da Mursia nel 2010.

La redazione di via Buonarroti si stringe con affetto attorno alla famiglia.