Morgan Lost

Morgan is back (in black)!

Un uomo dai capelli corvini, vestito di scuro, con una maschera letteralmente tatuata sugli occhi e - dentro a quegli occhi - lo sguardo di chi brucia in un fuoco di rabbia e tristezza. Morgan Lost è tornato a percuotere nervosamente il vostro uscio!

17/06/2021

Se una notte d'estate un viaggiatore bussasse alla vostra porta? Certamente lo scrutereste dallo spioncino con un fremito d'ansia sospettosa. E la cosa non aiuterebbe...

Se una notte d'estate un viaggiatore bussasse alla vostra porta?

Certamente lo scrutereste dallo spioncino con un fremito d'ansia sospettosa. E la cosa non aiuterebbe, perché nella semioscurità del pianerottolo non potreste che intravedere qualcosa di, a dir poco, inquietante: un uomo dai capelli corvini, vestito di scuro, con una maschera letteralmente tatuata sugli occhi e - dentro a quegli occhi - lo sguardo di chi brucia in un fuoco di rabbia e tristezza.

Che Morgan Lost sia un uomo affascinante non è cosa su cui sia consentito dubitare, ma altrettanto certo è che il suo look non contribuisca a farne, diciamo così, il fidanzatino ideale per vostra figlia. D'altro canto, è per questo che ci piace, giusto?

Forse, però, stiamo correndo troppo.

Quando, di qui a un paio di settimane, sentirete il suo pugno guantato che percuote nervosamente il vostro uscio, Morgan sarà di ritorno da un lungo intervallo "sabbatico", che si è vero­si­milmente preso per tirare il fiato (il lavoro da cacciatore di serial-killer tende a essere un poco usurante), ed è del tutto lecito immaginare che alcuni tra voi - accanto ai tanti che ne attendevano il ritorno - non lo conoscano affatto. Sprechiamo due parole per raccontarvi la sua storia...

Se oggi... O Domani? O Ieri? Difficile a dirsi, visto che Morgan vive in un extra-tempo distopico...

Che Morgan Lost sia un uomo affascinante non è cosa su cui sia consentito dubitare, ma altrettanto certo è che il suo look non contribuisca a farne il fidanzatino ideale per vostra figlia.

Ma non perdiamo il filo. Se oggi, dicevamo, il nostro eroe appare come un solitario outsider, che coltiva una passione cinefila demodé e segue una rigida dieta a base di analgesici e whisky (non imitatelo, ragazzi!) è perché la vita lo ha disegnato così. Affetto da uno strano pseudo-daltonismo bicroma­tico - vede tutto in grigio e rosso - e cresciuto in orfanotrofio (dove è stato pure molestato!), si è visto recapitare un destino davvero atroce quando, in una tenebrosa notte di New Heliopolis, è stato rapito e torturato insieme alla compagna Lisbeth da una coppia di psicopatici adoratori del dio Seth. Lei è morta e lui si è ritrovato solo, con quella maschera tatuata sul viso e un futuro ormai segnato. 

Segnato dalla missione che ha fatto di lui l'eroe più "nero" e inquieto di Casa Bonelli. Forse - Udite! Udite! - ancora più tormentato del sempiterno Dylan Dog (con cui ha, non a caso, avuto alcuni "impossibili" rendez vous), che, tutto sommato, grazie al vecchio Groucho, è ancora in grado di innaffiare la pianticella del buon umore... La missione - scusate, continuiamo a perdere il filo - è quella di dare la caccia ai maniaci che infestano la sua città e ne costituiscono, a dire il vero, l'élite più prestigiosa e influente, il carbone che ne alimenta l'economia e il "prestigio nazionale", se così si può dire.

La saga di questo antieroe notturno e smarrito entro se stesso si avviticchia lungo le spire di un rettile narrativo che, quando meno ve l'aspettate, vi affibbierà un morso intriso di veleno.

Il Tempio della Burocrazia, con il suo crudele Direttore Generale, li coltiva come fossero attrazioni turistiche, assistito in questo da un sistema mediatico che sfiora vette di sublime psicopatia: il Quarterback, i coniugi Rabbit, Mister Sandman, i Killer Clown, ma soprattutto Wallendream - il nemico numero uno, la nemesi personale del Nostro - sfilano come le star di un reality show dalle tinte sanguigne e Morgan non può che cercare di acchiapparli, togliendoli dalla strada uno alla volta... Con la sopita certezza, però, di essere, in fondo, non troppo diverso da loro.

La saga di questo antieroe notturno e smarrito entro se stesso, insomma, si avviticchia lungo le spire di un rettile narrativo che, quando meno ve l'aspettate, vi affibbierà un morso intriso di veleno. È una tossina che induce dipendenza, ma è una droga benefica che, anziché spegnerle, riattiva le cellule cerebrali... Morgan Lost è uno strano animale: maleducato, brutale, melanconico, infantile e pervaso di Sex & Violence, ma - in cuor suo - inguaribilmente romantico.

Torneremo a parlarne, tenete sott'occhio il sito!

Gianmaria Contro

Morgan Lost Scream Novels 1 "Il silenzio della neve", testi di Claudio Chiaverotti e disegni di Giovanni Talami e Lola Airaghi, copertina di Fabrizio De Tommaso. Dal 6 luglio in edicola, fumetteria e nel nostro sito ufficiale.

Nella gallery qui sotto vi mostriamo in anteprima alcune tavole tratte dal primo albo di Scream Novels.

Qui, invece, potete recuperare i quattro cicli che compongono l'epopea di Morgan Lost e il team up con Dylan Dog:

Morgan Lost

Morgan Lost Dark Novels

Morgan Lost Black Novels

Morgan Lost Night Novels

Morgan Lost & Dylan Dog


Se non volete perdervi nessun aggiornamento riguardo Morgan Lost, seguite la pagina Facebook del personaggio. Per rimanere aggiornati su tutte le novità della nostra Casa editrice, potete seguire la pagina ufficiale di Sergio Bonelli Editore su Facebook o su Instagram, iscrivervi al nostro canale YouTube o alla newsletter settimanale.