Gallery Dylan Dog

Doppio orrore a colori per Dylan Dog

In edicola dall'8 maggio, il trentasettesimo "Dylan Dog Color Fest" propone due storie tra loro contrapposte, per tematiche e stili grafici, ma accomunate dal gusto per il cinema di genere di una volta. Quello delle "double feature" made in USA...

07/05/2021

Le "double feature" celebrate da Richard O'Brien nel suo "Rocky Horror Show" si componevano solitamente di pellicole di genere, perfette per il pubblico giovane che affollava quegli spettacoli.

Come sanno i lettori di "Il senso del dolore", sin dal XIX secolo i teatri avevano l'abitudine di mettere in cartellone due diverse opere brevi nella stessa serata, così da proporre al pubblico un evento di durata accettabile. L'usanza, nota inizialmente col nome di "double bill" e modificatasi nel tempo secondo le abitudini e i gusti del pubblico, divenne comunissima negli Stati Uniti devastati dalla Grande Depressione, quando i cinematografi presero a organizzare spettacoli in cui, al prezzo di un solo biglietto, venivano proiettati due film.

Le "double feature" celebrate da Richard O'Brien nel suo "Rocky Horror Show" si componevano solitamente di pellicole di genere, perfette per il pubblico giovane che affollava quegli spettacoli. Il nuovo Dylan Dog Color Fest, in edicola da sabato 8 maggio, è stato costruito pensando proprio al modello della doppia programmazione di quei cinema statunitensi. Con la differenza che nessuna delle due storie che abbiamo inserito nell'albo può essere considerata di serie B.

Doppio orrore offre una doppia dose di paura e raccapriccio, che permette di esplorare due delle molteplici anime narrative dell'Indagatore dell'Incubo.

Dietro alla bella copertina della giovane Helena Masellis ecco infatti una storia dalle suggestioni fantascientifiche scritta dallo "scrittore atomico" Diego Cajelli e visualizzata dall'incontenibile Arturo Lauria, subito seguita dagli orrori ideati da Dario Sicchio, al suo primo lavoro bonelliano, e cromaticamente illustrata da Riccardo Torti, uno che invece è ormai un veterano di Craven Road.

"Doppio orrore" offre dunque una doppia dose di paura e raccapriccio, che attraverso stili grafici contrapposti ci permette di esplorare due delle molteplici anime narrative dell'Indagatore dell'Incubo, che vi facciamo assaggiare nella gallery pubblicata qui sotto. Sedetevi in poltrona, quindi, prendete i popcorn e fate silenzio in sala: il doppio spettacolo sta per iniziare!

Dylan Dog Color Fest 37 "Doppio orrore", testi di Diego Cajelli e Dario Sicchio e disegni di Arturo Lauria e Riccardo Torti, copertina di Helena Masellis. Dall'8 maggio in edicola, fumetteria e nel nostro sito ufficiale.


Se non volete perdervi nessun aggiornamento riguardo Dylan Dog, seguite la pagina Facebook del personaggio. Per rimanere aggiornati su tutte le novità della nostra Casa editrice, potete seguire la pagina ufficiale di Sergio Bonelli Editore su Facebook o su Instagram, iscrivervi al nostro canale YouTube o alla newsletter settimanale.