Chi è Brendon

Gli amici

Gli amici

Per un cavaliere errante come Brendon le amicizie sono preziose come l'acqua nel deserto.

Anja O’ Flanagan nasce a Ever, un
villaggio a est dell’antica Nottingham, e fin
da bambina subisce le angherie di un padre violento e alcolizzato. All’età di dodici anni, Anja si libera del genitore uccidendolo, poi corre ad arruolarsi nell'esercito di Nympha, un'armata composta da sole donne, guerriere bellissime e spietate. Costretta a lasciare Nympha a causa della sua gravidanza non ammessa dal regolamento, Anja si trasferisce a Blackfield dove, ricattata dallo stregone Janus, è costretta a commettere una serie di efferati omicidi. Ma un giorno conosce Brendon con cui vive una brevissima e intensa storia d’amore...
Anja è una fanciulla fragile, a suo modo feroce e disperatamente sola, una "lacrima di tenebra", come recita un’antica ballata che parla della morte. Tra tutte le donne incontrate da Brendon nel corso delle sue storie, Anja occupa senz’altro un posto speciale. 
 
Emid Nox è il migliore (e l’unico) dottore di New Dream, come recita la targa affissa alla porta della sua casa-studio. Amico di Brendon, che non manca di fargli visita quando capita in questa città, Emid è, all’apparenza, un ubriacone e un mezzo ciarlatano dalla battuta facile ma, in realtà, sotto quel suo aspetto poco affidabile si nasconde un medico scrupoloso e preparato che, con rudimentali e rabberciati strumenti del mestiere, riesce a fare il suo lavoro ottimamente.
  
Brendon ha dodici anni la notte in cui Boris Nagel entra nella 
sua vita e in qualche modo la cambia per sempre. Boris è un
cavaliere di ventura che, per un caso fortuito, capita nella casa di Brendon, a Stonehaven. Ferito ed esausto, viene soccorso da Margareth, la madre di Brendon, di cui s’invaghisce. Nel periodo che trascorre a Stonehaven, stringe una forte amicizia con il giovane Brendon, sostituendosi alla figura del padre, scomparso tre anni prima lungo la strada per Old Glasgow. È Boris che insegna a Brendon l’uso delle armi, la lotta corpo a corpo e lo prepara per il suo futuro di cavaliere di ventura. 
Tutto questo finché sulla sua vita non
cala l’ombra della Luna Nera...
     
Margareth D’Arkness, madre di Brendon, donna forte e decisa, con il suo lavoro di sarta e con la coltivazione del campo dietro casa manda avanti la sua piccola famiglia. Sposata con Steven, perde il marito quando il figlio ha soltanto nove anni. Poi il destino le presenta sull’uscio di casa Boris Nagel, cavaliere di ventura con cui ha inizialmente qualche contrasto, scaturito dagli insegnamenti che quest’ultimo sta impartendo a Brendon
riguardo la vita e l’uso delle armi. Con il passare del tempo, però, tra lei e Boris nasce un profondo affetto. Ma Boris, a sua insaputa, è inseguito dai sanguinari adepti della Luna Nera...
   
Margot è il capo della milizia della città di Ardiss, comunità agricola dell’antico Hampshire; è una donna che affronta con disinvoltura le difficoltà e le brutture del suo lavoro quotidiano grazie a una forte personalità e a una notevole ironia: ama raccontare che il borgomastro della città le ha affidato il suo ruolo soltanto perché l’aveva scambiata per un uomo. È una tipa «tosta», ma dal cuore tenero che ben nasconde sotto la sua divisa da miliziana, tanto che veniamo a sapere che si è persino innamorata del soldato che maltratta sempre. Orgogliosa e decisa, non perde occasione per far capire che, nonostante la sua corporatura e il suo aspetto non propriamente leggiadri, è una donna d'azione di tutto rispetto.
Zeder è uno stregone, uno sciamano del Medioevo prossimo venturo che vive tra le rovine della vecchia Londra. Tra i suoi
poteri magici c’è quello di far viaggiare l’anima delle persone nel tempo e nello spazio, ed è disposto a farlo in cambio di una buona dose del suo cibo preferito: i centopiedi neri, una specie di incrocio tra un bruco e una sanguisuga! Grazie a questa capacità sovrannaturale, Zeder fa viaggiare Brendon indietro negli anni, fino a farlo giungere a un punto focale della sua esistenza: il giorno in cui il suo destino è cambiato per sempre a causa della Luna Nera...
Anja O’ Flanagan nasce a Ever, un villaggio a est dell’antica Nottingham, e fin da bambina subisce le angherie di un padre violento e alcolizzato. All’età di dodici anni, Anja si libera del genitore uccidendolo, poi corre ad arruolarsi nell'esercito di Nympha, un'armata composta da sole donne, guerriere bellissime e spietate. Costretta a lasciare Nympha a causa della sua gravidanza non ammessa dal regolamento, Anja si trasferisce a Blackfield dove, ricattata dallo stregone Janus, è costretta a commettere una serie di efferati omicidi. Ma un giorno conosce Brendon con cui vive una brevissima e intensa storia d’amore... Anja è una fanciulla fragile, a suo modo feroce e disperatamente sola, una "lacrima di tenebra", come recita un’antica ballata che parla della morte. Tra tutte le donne incontrate da Brendon nel corso delle sue storie, Anja occupa senz’altro un posto speciale.

Emid Nox è il migliore (e l’unico) dottore di New Dream, come recita la targa affissa alla porta della sua casa-studio.
Amico di Brendon, che non manca di fargli visita quando capita in questa città, Emid è, all’apparenza, un ubriacone e un mezzo ciarlatano dalla battuta facile ma, in realtà, sotto quel suo aspetto poco affidabile si nasconde un medico scrupoloso e preparato che, con rudimentali e rabberciati strumenti del mestiere, riesce a fare il suo lavoro ottimamente.

Brendon ha dodici anni la notte in cui Boris Nagel entra nella sua vita e in qualche modo la cambia per sempre. Boris è un cavaliere di ventura che, per un caso fortuito, capita nella casa di Brendon, a Stonehaven. Ferito ed esausto, viene soccorso da Margareth, la madre di Brendon, di cui s’invaghisce. Nel periodo che trascorre a Stonehaven, stringe una forte amicizia con il giovane Brendon, sostituendosi alla figura del padre, scomparso tre anni prima lungo la strada per Old Glasgow. È Boris che insegna a Brendon l’uso delle armi, la lotta corpo a corpo e lo prepara per il suo futuro di cavaliere di ventura. Tutto questo finché sulla sua vita non cala l’ombra della Luna Nera...

Margareth D’Arkness
, madre di Brendon, donna forte e decisa, con il suo lavoro di sarta e con la coltivazione del campo dietro casa manda avanti la sua piccola famiglia. Sposata con Steven, perde il marito quando il figlio ha soltanto nove anni. Poi il destino le presenta sull’uscio di casa Boris Nagel, cavaliere di ventura con cui ha inizialmente qualche contrasto, scaturito dagli insegnamenti che quest’ultimo sta impartendo a Brendon riguardo la vita e l’uso delle armi. Con il passare del tempo, però, tra lei e Boris nasce un profondo affetto. Ma Boris, a sua insaputa, è inseguito dai sanguinari adepti della Luna Nera...   

Margot è il capo della milizia della città di Ardiss, comunità agricola dell’antico Hampshire; è una donna che affronta con disinvoltura le difficoltà e le brutture del suo lavoro quotidiano grazie a una forte personalità e a una notevole ironia: ama raccontare che il borgomastro della città le ha affidato il suo ruolo soltanto perché l’aveva scambiata per un uomo. È una tipa «tosta», ma dal cuore tenero che ben nasconde sotto la sua divisa da miliziana, tanto che veniamo a sapere che si è persino innamorata del soldato che maltratta sempre. Orgogliosa e decisa, non perde occasione per far capire che, nonostante la sua corporatura e il suo aspetto non propriamente leggiadri, è una donna d'azione di tutto rispetto.

Zeder è uno stregone, uno sciamano del Medioevo prossimo venturo che vive tra le rovine della vecchia Londra. Tra i suoi poteri magici c’è quello di far viaggiare l’anima delle persone nel tempo e nello spazio, ed è disposto a farlo in cambio di una buona dose del suo cibo preferito: i centopiedi neri, una specie di incrocio tra un bruco e una sanguisuga! Grazie a questa capacità sovrannaturale, Zeder fa viaggiare Brendon indietro negli anni, fino a farlo giungere a un punto focale della sua esistenza: il giorno in cui il suo destino è cambiato per sempre a causa della Luna Nera...