Chi è Dampyr

Amici e alleati

Amici e alleati

Compagni d'avventure, donne, angeli custodi e agenti del bene...

Caleb Lost, enigmatico direttore del “Teatro dei Passi Perduti” che appare e scompare nella nebbia dell’Isola Kampa, a Praga, appartiene alla misteriosa razza immortale degli Amesha, agenti della Squadra del Bene. Caleb ha diversi informatori sparsi per il mondo che gli danno notizie utili sulla caccia ai vampiri e ad altre creature malvagie.
Tra essi il professor Hans Milius di Friburgo, il vescovo di Reykjavik, Don Raffaele a Napoli, l’infermiere Arno Lotsari del “Medical Team” e altri ancora. Il suo peggior nemico non è Nikolaus, agente a Praga per l’Altra Parte, bensì Nergal, capo della polizia segreta dell’Inferno, con cui, su per giù da un migliaio d’anni, Caleb ha un conto aperto da regolare.
Nel tempo libero Caleb Lost suona il violino come un angelo e allestisce opere di Mozart e Offenbach per platee di esseri soprannaturali.Ha arruolato Dampyr e i suoi compagni per la caccia ai Maestri della Notte, e, per salvare Harlan dal potentissimo Thorke, ha lasciato temporaneamente la sua sede di Praga, contravvenendo così alla Legge dell'Equilibrio.
Gli altri Amesha sono esseri elusivi e ubiqui che si manifestano in forma di una luce accecante. Dei pochi incontrati da Harlan in forma umana, quello più presente nella serie è Anyel Zant, agente del Bene in Nordamerica.

Nikolaus è un simpatico ma ambiguo personaggio che vive a Praga, sulle rive del Ruscello del Diavolo, e frequenta una birreria fantasma, l' “Aquila Verde”. Conosce Caleb da tempo immemorabile ed è suo cordiale avversario. Fa parte delle forze del Male, ma, dopo secoli di permanenza tra gli umani, è interessato al mantenimento dello “status quo” e ha spesso collaborato con Harlan, che ha salvato dai nefasti effetti dell'Elisir del Diavolo propinatogli da Sonderling, agente di Nergal.
Nik è in grado di evocare gli spok , spettri dotati di un residuo di anima, e in passato, quando era amante dell'indovina praghese Madame de Thèbe e frequentava gli scrittori del Caffè Arco, scriveva anche lui racconti fantastici. Tra i personaggi praghesi non possiamo poi dimenticare la cornacchia Kavka, che vive nella libreria Obrazek, il criceto Nestore e il bibliofilo Alfonso Saugrènes.

Le Tre Zie, che hanno allevato e protetto l’orfano Harlan da bambino, sono le misteriose e soprannaturali Guardiane della Legge dell’Equilibrio. Possono indifferentemente apparire come vecchie d’età indefinibile e come tre bellissime giovani donne.
I loro nomi: Chloe, Vivien, Aysha.

Hans Milius è il più attivo tra i collaboratori esterni di Caleb Lost. Professore di Storia delle Tradizioni Popolari all’Università di Friburgo nella Foresta Nera, Milius ha una moglie paziente, Esther, che sopporta i suoi ritardi e le sue distrazioni. Il simpatico professore ha seguito Harlan in alcune delle sue avventure, talvolta insieme alla sua ex-allieva Sophie Mutter.

Del “Medical Team”, organizzazione di medici in prima linea nelle zone di guerra, come la Cecenia, l'Angola, il Sudan, fanno parte il dottore francese Michel Dast, la bella dottoressa americana Megan Ryan e l'infermiere finlandese Arno Lotsari, che è uno degli informatori di Caleb Lost e trova una fidanzata nuova, per così dire, “in ogni porto”.

Incontrata da Harlan quando si fingeva professore e vampirologo all’Università di Friburgo e lei era ancora studentessa, Sophie Mutter ha una predisposizione per il soprannaturale da quando suo padre la nominò custode del terribile grimorio “De Profundis”. Laureatasi in antropologia, dapprima diviene assistente di Milius e poi collabora con il professore sardo Angelo Sanna e va a vivere con lui a Cagliari. Ma la bella Sophie ha ancora un debole per Harlan, che l’ha salvata spesso da spaventosi pericoli soprannaturali e con cui ha avuto una tormentata relazione.

Un’altra fiamma di Harlan è la biondissima poliziotta belga Hanneke, che vive a Gand. Innamoratissima di Harlan, la bella Hanneke ignora la sua identità e lo crede uno scrittore specializzato nell’occulto.

La berlinese Ann Jurging è una veggente. Da bambina sopravvisse all’incontro con la diabolica Helena Morkov, la Strega Regina, di cui frequentò la scuola di danza. Molti anni dopo la sconfisse, con l’aiuto di Harlan, in un’isola dell’Egeo. Da allora ha messo più volte i suoi straordinari poteri psichici al servizio del nostro terzetto di eroi. In seguito a un'avventura nella misteriosa "Casa sull'orlo del mondo", Ann è attualmente ringiovanita di trent'anni!

In alcuni casi che riguardano fantasmi e affini, Harlan si è trovato al fianco della squadra di cacciatori di fantasmi dell’Università di York, Inghilterra. Guidata dallo parapsicologo Chad Halloway, la squadra annovera tra i suoi membri la giovane Nicole Simmons, la medium e sensitiva Maud Nightingale, il professore di storia Fred Richards, amico di Milius, e il cane Thor. Alcuni dei ghost hunters partecipano alle avventure di Harlan anche individualmente.

A Londra, un gruppo di amici dei nostri collabora attivamente alle indagini per scoprire il rifugio di Lord Marsden, Maestro della Notte londinese e nemico giurato di Draka, il padre di Harlan.Tra essi c’è il giovane archeologo Matthew Shady, che inavvertitamente portò alla luce il Sigillo Nero e aprì la strada alle mostruose creature di Annwn nemiche di Amber Tremayne, e ci sono i due sedicenti cacciatori di vampiri Dean Barrymore e Jack Tarrant, che negli Sessanta divennero famosi per la caccia al misterioso “Vampiro di Highgate”.

A Londra abita anche la novantenne Vera Bendix, ex-agente segreta britannica del SOE, Social Operations Executive, che, nella Seconda Guerra Mondiale, si trovò coinvolta nella lotta contro la Quinta Colonna della Famiglia De Vere, simpatizzanti dei nazisti e, a Praga, collaborò con Caleb e Nikolaus nella lotta agli emissari di Nergal.
Ai tempi nostri l’anziana Vera ha conosciuto Harlan mentre, insieme al vampiro Godwin Brumowski, emissario di Draka, si dirigeva al Castello De Vere in Scozia, e collabora con lui nella lotta ai Lupi Azzurri e nella ricerca del Professor Foster e di Dolly Mac Laine.

Dolly Mac Laine è una scrittrice scozzese di romanzi popolari, molti dei quali, sia quelli pubblicati che quelli inediti, di cui Harlan è entrato in possesso, contengono, sotto il travestimento di storie romantiche e d’avventura, elementi autentici sul passato di alcuni Maestri della Notte, in particolare Amber e Draka.
Dolly non è mai apparsa in carne e ossa nella serie, perché è misteriosamente sparita nel nulla da alcuni anni. In modo analogo scomparvero, più di mezzo secolo fa, due personaggi realmente esistiti dei romanzi di Dolly: il professor Edward Foster, che fu spia britannica in entrambe le due guerre mondiali, capo di una sezione del SOE nella seconda (con Brumowski e Vera alle sue dipendenze), e la sua allieva-innamorata-avversaria Sandy O’Sullivan, patriota irlandese dell’IRA, scomparsa nella Guerra di Spagna. Harlan crede di averli visti,in una sua visione, ancora vivi nella misteriosa casa di suo padre Draka, situata sotto l’Asia Centrale.

A Parigi, regno della vampira dormiente Araxe, vive Victor, ormai anziano poeta e anarchico della generazione esistenzialista, che fedelmente ha protetto per decenni il sonno della sua innamorata vampira e ha aperto una libreria libertaria insieme ad Anne Marais, salvata da Harlan in una stazione maledetta del metrò.

In Marocco, a Marrakesh, vivono il veggente cieco Mulawa e il suo aiutante e nipote d’adozione, il dèmone ragazzino Khaled, che collaborano con Caleb e Harlan nella lotta contro le incursioni dalla Dimensione Nera.

A Las Vegas, l’investigatore privato Lenny Meyer e il detective di polizia Jim Fajella hanno collaborato con Harlan e i suoi compagni nella lotta contro il diabolico Ixtlàn, Maestro della notte alleato di Lord Marsden. Ora che Meyer è stato riassunto nel corpo di polizia e Fajella è diventato un vampiro, la loro indagine continua per svelare gli intrighi della NEA, National Enforcement Agency, e per scovare il pericoloso non-morto Bugsy Siegel.

Duncan McGillivray è un celebre violinista folk scozzese, che, per qualche sua oscura ragione, non incide dischi. Attualmente il suo allievo prediletto è il giovane Stuart Morison, che da piccolo fu rapito dai fairy folk della Scozia e presto scoprirà di avere ancora un rapporto privilegiato con il Principe degli Elfi.

La pittrice islandese Gudrun Finngadottir è una seguace di Asatru, il culto degli antichi dei pagani nordici come Thor e Odino. In Harlan e Kurjak, Gudrun vede le reincarnazioni di due antichi guerrieri islandesi, destinati ad aiutarla nella lotta contro il Male che tavolta emerge dalle profondità dell’isola di ghiaccio.

Bobby Quintana è un poliziotto antidroga di Medellìn, Colombia. Nella lotta contro i narcotrafficanti guidati da Ixtlàn ha visto uccidere sua madre. Adesso è uno dei migliori amici di Harlan e Kurjak, pronto a scendere di nuovo in campo con loro.