Chi è Mercurio Loi

Ottone e gli altri

Ottone e gli altri

Il tenebroso assistente, uno stralunato colonnello, una bambina prodigio, il vecchio maestro... ce n’è abbastanza per rubare la scena a un protagonista tutt’altro che intenzionato a farsi da parte!

Ottone De Angelis è l'assistente universitario di Mercurio che, suo malgrado, viene trascinato di notte per le strade di Roma, violando il coprifuoco imposto dal papa, alla ricerca di un'avventura, di un mistero, anche solo di un sospetto. Sotto un'aria tenebrosa, ma comunque mite, Ottone nasconde un passato da adepto della Carboneria e un terribile omicidio di cui si è macchiato, uccidendo un innocente nel tentativo di assassinare Mastro Titta, il boia di Roma. Cerca quindi di emanciparsi da una figura soffocante e protettiva come quella di Mercurio, che lo considera il proprio pupillo, ma allo stesso tempo vorrebbe fuggire da se stesso e dai propri sensi di colpa, che lo rendono sempre più tormentato e oscuro.

Belforte, il colonnello dei carabinieri pontifici, era un uomo impulsivo e iracondo prima che un criminale chiamato il Contrappasso gli tagliasse la gola recidendogli le corde vocali e rendendolo muto. Ora Belforte è un uomo mite e riflessivo, perso nei propri pensieri, ma allo stesso tempo un interessante compagno di avventure che stima molto Mercurio.

Galatea è la misteriosa bambina prodigio a capo di Sciarada, l'associazione segreta che si propone di rivelare tutti i misteri che riguardano la città di Roma e che spesso si rivolge a Mercurio per chiedere il suo aiuto. Si sa poco di Galatea, se non che la bambina spesso sembra vincere in intelligenza Mercurio stesso.

Il capitano Farnese è l'assistente di Belforte. Un giovane pedante e puntiglioso, desideroso di mettersi in mostra e di far rispettare la legge e le regole, confrontandosi con criminali che sembrano non averne alcuna intenzione. 

Ercole è il fedele domestico di Mercurio. È con lui fin da quando era bambino e fra loro c'è un legame molto stretto, come quello fra un padre e un figlio. Nel passato di Ercole c'è un terribile trauma che lo rende ansioso e spaventato dalle imprese in cui Mercurio invece ama infilarsi.

Adelchi è il mentore di Mercurio, il suo maestro di vita, l'unico che sa leggerlo nel profondo e conosce la parola giusta al momento giusto. Adelchi è il suo barbiere.