Notizie Flash

Archivio Flash

Edicola

Vietato ai minori - Dylan Dog 357 cover
 
Giorni oscuri - Nathan Never Annozero 01 cover
 
Le vie dei pensieri - UT 03 cover
 
Avventura Magazine Il Comandante Mark cover
 

24 agosto 2015

La scomparsa di Gianluigi Coppola

La scomparsa di Gianluigi Coppola

Lunedì 24 agosto, si è spento a Genova il disegnatore Gianluigi Coppola. L'artista, nativo di Chiavari, era noto al pubblico bonelliano per le sue tavole di Dylan Dog e Martin Mystère, realizzate negli anni '90.

Gianluigi "Didi" Coppola nasce a Chiavari, in provincia di Genova, il 16 aprile 1928. Nel 1949, dopo il liceo artistico, si trasferisce a Milano e inizia a lavorare per il giornale a fumetti "Goal", edito dalla Gazzetta dello Sport. Affianca Ferdinando Tacconi nella realizzazione di "Nat del Santa Cruz" e Franco Paludetti in quella di "Sciuscià". Nel 1956 si sposta in Inghilterra, dove si ferma più di venti anni, realizzando "Billy the Kid" per il "Sun" e altri personaggi ancora, come "Scoop Donovan" e "Battler Britton". All'inizio degli Anni Sessanta lascia i fumetti, dedicandosi all'illustrazione di libri per la Penguin Books e firmando copertine di classici, gialli e romanzi per Case editrici come Corgi, Fontana, Collins, Pan e Granada. Non disdegna la pubblicità, collaborando con "Sunday Times" e Young & Rubicam, oltre che a riviste come "Forum", "Observer", "Psycology Today" e altre ancora.

Nel 1979, rientra in Italia e inizia a lavorare per Mondadori, illustrando classici per ragazzi e copertine della collana Oscar. Lavora per "Playboy" e "Penthouse" e finalmente, dopo trent'anni, ritorna ai fumetti nel 1990. È Sergio Bonelli a chiamarlo a far parte dello staff di Dylan Dog (collana sulla quale esordisce nel 1991, con il numero 52, Il marchio rosso), per cui realizzerà complessivamente cinque albi – e, successivamente, a partire dal 1994, Martin Mystère, personaggio di cui disegnerà tre avventure.

Dopo la nuova esperienza fumettistica, Coppola ritorna all'illustrazione, lavorando anche per i libri didattici della Casa editrice Cideb di Rapallo, per poi dedicarsi alla ritrattistica e alla pittura, con una particolare predilezione per i soggetti marinareschi. Scompare a Genova il 24 agosto 2015.

La redazione di Via Buonarroti lo ricorda con affetto e si unisce al dolore degli amici e dei familiari.