Notizie Flash

Archivio Flash

Edicola

Sul fondo - Dylan Dog 359 cover
 
Histeria - UT 05 cover
 
Maxi Dampyr n° 8 cover
 
La vera fine di Ned Mace - Nathan Never Annozero 03 cover
 

Intervista Tex

Un Tex per tutte le stagioni!

Un Tex per tutte le stagioni!

Una ricca intervista con Mauro Boselli, sceneggiatore e curatore del Ranger, per scoprire in anteprima cosa ci attende in edicola nei prossimi mesi!

L'entusiasmo di Mauro Boselli per Tex sembra davvero inesauribile: ne è una chiara dimostrazione l'attivissima pagina Facebook dedicata al Ranger bonelliano, nella quale il curatore della collana e i suoi collaboratori riversano numerosissimi contenuti esclusivi che, oltre a portare dietro le quinte delle storie i fedeli follower, regalano anticipazioni, chicche e ricordi.

E noi chi siamo? Possiamo forse lasciarci bagnare il naso senza reagire? Ovviamente no: ecco come è nata quest'intervista, che apre una ricca finestra sul futuro di Tex!

► È vero che la storia approdata in edicola in questi giorni recupera atmosfere horror e misteriose?

“La Stirpe dell’Abisso” (titolo dell'albo contenente la prima parte della storia), scritta da me e disegnata da Alessandro Piccinelli, è un’avventura con el Morisco e il suo fedele Eusebio, “lugubre uccellaccio del malaugurio”, come lo chiama amabilmente Kit Carson. In effetti, il vecchio cammello sa bene che, ogni volta che il curandero di Pilares li convoca, si troverà davanti a una situazione non del tutto rassicurante e normale. E lo sanno bene anche i lettori. Le storie con Morisco appartengono infatti al quel filone magico-fantastico che era una delle caratteristiche più sorprendenti e innovative del Tex classico di Gianluigi Bonelli e uno dei motivi del suo straordinario successo internazionale. Senza una dose di mistero e soprannaturale, la saga di Tex è zoppa: per questo ho intenzione, di tanto in tanto e con misura – come faceva il Grande Vecchio – di ripescare quelle atmosfere.

► Ci puoi rivelare qualche altro indizio su questa storia?

Il mistero per forza di cose deve restare misterioso! Anzi, direi che la parte migliore di questo tipo di storie è l’atmosfera iniziale, quando la minaccia è ancora avvolta nel buio della notte e i suoi contorni sono indefiniti e oscuri e pertanto più minacciosi. Vi posso dire che, in onore degli antenati di Eusebio, ci sarà un po’ di mitologia maya e poi qualche spunto vagamente lovecraftiano e una magione misteriosa degna di un classico di Mandrake, “Il Mostro di Passo Tanov”, o dei vecchi film Horror della Universal, quelli che piacevano tanto a Sergio Bonelli. Però il tutto è, spero, cucinato nello stile Tex, con abbondanti dosi di piombo caldo e polvere da sparo.


Cliccate sull'immagine per ingrandirla.

 ► Mi sembra che nella cura della serie tu stia cercando una certa varietà di temi e argomenti… Siamo curiosi di sapere di cosa tratterà la storia successiva a questa…

È sbagliato pensare, come ritiene chi non lo conosce o lo legge distrattamente, che Tex sia sempre uguale… La nostra serie preferita non avrebbe avuto il successo strepitoso che riscuote tutt’ora, se Gianluigi Bonelli non avesse posto le condizioni per una grande ricchezza e varietà di temi. L’avventura seguente, sempre scritta da me e disegnata da Corrado Mastantuono, appartiene a quello che potrei chiamare il filone drammatico: dico subito che non ci saranno né bistecche né patatine fritte. Sergio Bonelli ha voluto questa storia negli ultimi mesi di vita e aveva fatto in tempo a leggerne il soggetto e ad ammirarne le prime pagine. Mi aveva chiesto, per i pennelli vigorosi e drammatici di Mastantuono, un’avventura ricca di suspense che ricalcasse un po’ le atmosfere, da lui molto amate, del film “The Missing”, di Ron Howard.


Cliccate sull'immagine per ingrandirla.

Naturalmente non intendeva che copiassimo quel film, ma solo che dovessimo ispirarci a una certa atmosfera e a un certo stile narrativo, più teso, realistico e crudo del normale. Il risultato è un racconto in due albi e mezzo in cui Tex è condotto al limite delle forze e deve confrontarsi con un nemico estremamente pericoloso. Il disegno ricco di contrasti e toni scuri di Corrado ben si adatta a questo tipo di atmosfera.

► Scostiamoci per un attimo dai toni scuri: vuoi parlarci dei colori di Tex?

Sì, proprio all’insegna dell’ampia scelta di stili offerti, a breve esce in edicola qualcosa di più agile e colorato. Il Color Tex numero 6, il secondo volume contenente storie brevi, si chiama “Stelle di latta e altre storie” e propone quattro avventure scritte nell’ordine da Michele Medda, Moreno Burattini, dal sottoscritto e da Roberto Recchioni, disegnate da Michele Benevento, Giuseppe Camuncoli, Luca Rossi e Andrea Accardi. Vi do appuntamento alla mia presentazione di questo albo, che a breve apparirà sul sito, per spiegarvi la scelta di questi autori. Aggiungo che, secondo me, questo albo è migliore del precedente e che questa serie ci permette di sperimentare nuovi disegnatori e nuovi sceneggiatori che offrono sguardi diversi sul mondo del nostro ranger.

► In gennaio sarà di nuovo tempo di Almanacco del West. Come s’intitola la storia di Tex che verrà pubblicata tra quelle pagine e di che cosa parla?

“Scure Nera” è una storia di indiani e di vendette, disegnata da Sandro Scascitelli e scritta da Pasquale Ruju, sceneggiatore che sta dando alla nostra serie alcune delle sue prove migliori e che ha un gusto caratteristico per le situazioni dense di pathos: i suoi comprimari sono personaggi ricchi di sfaccettature psicologiche.


Cliccate sull'immagine per ingrandirla.

► So che in primavera, poi, arriverà un altro sceneggiatore storico della casa editrice o sbaglio?

Sì, si tratta di Gianfranco Manfredi che, ripresosi dalle fatiche del lancio della sua nuova serie, Adam Wild, ci propone un’avventura texiana per i pennelli di Leomacs. Gianfranco, come denotano tutte le sue opere, ha un gusto particolare per gli avvenimenti storici e negli albi di aprile e maggio ci parlerà di pozzi di petrolio!


Cliccate sull'immagine per ingrandirla.

► Ci fermiamo qua, agli inizi dell’estate?...

Beh, non dobbiamo dimenticarci che in febbraio sarà in arrivo una grossa novità: un cartonato a colori, con una storia davvero particolare, scritta e disegnata dal grande maestro del fumetto Paolo Eleuteri Serpieri!


Cliccate sull'immagine per ingrandirla.

A cura di Giorgio Giusfredi