Mercurio Loi

Tutte le cose hanno una fine

Giovedì 24 gennaio esce in edicola "Ciao, core", quindicesimo numero di Mercurio Loi. Quindicesimo e penultimo, perché la serie ideata da Alessandro Bilotta si chiuderà a fine marzo con il numero 16, intitolato proprio "La morte di Mercurio Loi".

Potremmo prenderla con filosofia, affermando che ogni fine corrisponde in fondo a un nuovo inizio, oppure interrogare gli arcani, ricordandoci per esempio che nei tarocchi la carta della Morte significa cambiamento. Potremmo fare i catastrofisti e dare la colpa alla cattiveria (o all'indifferenza, che è pure peggio) del "mercato" o alla crisi del mondo Occidentale (ma non è che quello Orientale se la passi poi meglio). O potremmo essere fatalisti e additare il destino cinico e baro. Oppure, possiamo constatare che siamo arrivati al termine di un bel viaggio e che la strada, semplicemente, si conclude qui. O meglio, no, la strada prosegue, siamo noi a fermarci: non saremo più lì a osservare un perdigiorno che continua a camminare in cerca di... mah, forse nemmeno lui sa bene che cosa.

I sedici numeri (più uno ospitato ne "Le Storie") di Mercurio Loi rappresentano un punto di orgoglio per Sergio Bonelli Editore: la serie e il suo creatore hanno vinto tutto quello che si poteva vincere e ci hanno regalato qualcosa di sorprendente, inaspettato, disturbante, ci hanno fatto riflettere, lasciato interdetti, costringendoci a metterci in gioco continuamente (un gioco raffinato e mai banale). I volumi che continueranno a uscire in libreria rappresenteranno l'occasione per rileggere e riscoprire ciò che ci ha intrigato, ma anche per individuare ciò che ci era sfuggito.

Complimenti e ringraziamenti vanno, naturalmente, a tutto lo staff, e soprattutto ad Alessandro Bilotta. Con lui, stiamo già studiando nuove sfide, nuove avventure. Perché ogni fine corrisponde a un nuovo inizio, no? 

Michele Masiero


Se volete scoprire il mondo di Mercurio Loi, seguite la pagina Facebook dedicata al personaggio. Per rimanere aggiornati su tutte le novità della nostra Casa editrice, potete seguire la pagina ufficiale di Sergio Bonelli Editore su Facebook o su Instagram, iscrivervi al nostro canale YouTube o alla newsletter settimanale.

24/01/2019