Tex

Nueces Valley in libreria!

Scritto da Mauro Boselli con i disegni di Pasquale Del Vecchio, il volume cartonato di "Nueces Valley" ripropone in formato libreria la storia già pubblicata sul Maxi Tex lo scorso autunno, che tante lodi ha raccolto da parte dei fan del nostro Ranger.

Dopo l'esordio nel Maxi Tex uscito lo scorso ottobre, Nueces Valley arriva in libreria con un elegante volume cartonato di grande formato. La storia, scritta da Mauro Boselli e disegnata da Pasquale Del Vecchio, affronta nuovamente la giovinezza di Tex. È lo stesso Boselli che, nella postfazione al volume, ci racconta com'è nata questa ormai quasi consueta abitudine.

Nella vita reale il tempo corre per tutti. Ma non per gli eroi dei serial: loro hanno quasi sempre la stessa età. È una regola di riconoscibilità, come quella degli abiti che non si cambiano mai. E vale anche, naturalmente, per i protagonisti del nostro fumetto preferito.

Nella vita reale il tempo corre per tutti. Ma non per gli eroi dei serial: loro hanno quasi sempre la stessa età. E non solo quelli dei fumetti. Maigret va per i cinquant'anni, Poirot per i sessanta, mentre Qui, Quo, Qua e i Peanuts  sono eternamente fermi alla scuola elementare. È una regola di riconoscibilità, come quella degli abiti che non si cambiano mai. E vale anche, naturalmente, per i protagonisti del nostro fumetto preferito.

Kit Carson, stagionato ma prestante, dimostra tra i cinquanta e i sessant'anni; l'altro Kit, il giovane Willer, è da decenni un eterno ventenne; Tiger Jack, che dimostra quarant'anni, è di poco più giovane di Tex, che dovrebbe averne quarantacinque. Naturalmente queste età pressoché immutabili non tengono conto del tempo reale che dovrebbero richiedere le innumerevoli avventure vissute in centinaia di albi a fumetti dai nostri eroi. La cosiddetta "sospensione dell'incredulità" è ben accetta dai lettori appassionati, che vogliono ritrovare e riconoscere il più spesso possibile i loro personaggi preferiti e, su certi dettagli realistici, sono ben lieti di sorvolare. Tutto avviene per la nostra gioia in un eterno, avventuroso presente, sotto il sole infuocato del Sudovest. Ma l'età di Tex non è sempre stata quella attuale, canonica, di maturo ma giovanile quarantacinquenne.

Le sue prime avventure, quando uscirono gli albetti a striscia nel lontano 1948 ce lo presentavano come un giovane e scatenato fuorilegge. Era braccato da sceriffi e soldati a causa certo di qualche ingiustizia (allora non era dato sapere), perché ben presto avrebbe dimostrato la sua vera natura passando sull'altra sponda della Legge e mettendosi al petto la stella d'argento dei Rangers. In breve, rimasto vedovo con un figlio, sarebbe rapidamente invecchiato di vent'anni nel giro di poche avventure, raggiungendo l'età attuale. Ma, come vedete da questa breve disamina, esistono dunque almeno due età di Tex Willer.

Circa a metà degli anni Sessanta, Sergio Bonelli pensò che - come per ogni fumetto che si rispetti - anche sulle origini di Tex si sarebbe dovuto conoscere qualcosa di più. Lo propose al padre e Gianluigi Bonelli scrisse "Il passato di Tex".

I poveri, flessibili albetti a striscia si trasformarono dieci anni dopo, con geniale intuizione editoriale, negli eleganti e collezionabili volumetti "giganti", e l'esplosione delle vendite di Tex, nei primi anni Sessanta, andò di pari passo con il Boom o miracolo economico dell'Italia di quel periodo. Circa a metà del decennio, l'editore Sergio Bonelli pensò che, come per ogni fumetto che si rispetti, anche sulle origini di Tex si sarebbe dovuto conoscere qualcosa di più. Lo propose al padre e Gianluigi Bonelli scrisse Il passato di Tex, dove si scopre che Tex si mise su una brutta strada per ottime ragioni - ottime almeno nel duro e selvaggio West - cioè per vendicare prima gli assassini del padre e poi quelli del fratello Sam. Seguirono poi altri significativi episodi in flashback, come Il giuramento, sulla tragica morte della moglie Lilyth, e Tra due bandiere, sull'esperienza di Tex nella Guerra Civile. In questo modo, i due Bonelli stabilirono che anche per Tex, come per ogni serial che si rispetti, si poteva scavare nel passato dell'eroe, e narrare dunque di Tex "antecedenti" a quello attuale e canonico.

Ecco dunque che, nel corso della ormai settantennale carriera del nostro fumetto, i non molti suoi autori, di tanto in tanto, si sono tranquillamente cimentati in storie ambientate nel passato, con avventure quali Furia Rossa, Fuga da Anderville, Il passato di Carson, Missouri!, La grande invasione... Sino al recente Texone Il magnifico fuorilegge, dove si ripresenta né più né meno che quel Tex ricercato dalla giustizia, giovane e scatenato, delle primissime strisce. E sino ad alcune storie della nuova serie cartonata a colori, dove si scava ancora più indietro, riportando la lancetta dell'orologio al giovane Tex che ha appena vendicato il padre Ken Willer, come nei recentissimi Il Vendicatore e Giustizia a Corpus Christi.

Il resto, leggetelo nelle pagine di Nueces Valley!

Mauro Boselli


Se non volete perdervi nessun aggiornamento riguardo Tex, seguite la pagina Facebook del personaggio. Per rimanere aggiornati su tutte le novità della nostra Casa editrice, potete seguire la pagina Facebook ufficiale di Sergio Bonelli Editore e iscrivervi alla newsletter settimanale.

09/04/2018