Dylan Dog

L'ombra di Xabaras!

Il 16 marzo è arrivato in libreria, fumetteria e nello store online il volume che raccoglie a colori quattro incontri tra Dylan Dog e Xabaras...

Interamente scritto da Tiziano Sclavi e disegnato da Angelo Stano, "Xabaras" raccoglie in una nuova versione a colori le quattro storie più significative del rapporto lungo trent'anni tra Dylan Dog e suo "padre", il diavolo incarnato Xabaras. A partire dalla prima storia dell'Indagatore dell'Incubo, L'alba dei morti viventi, passando per Morgana e Storia di nessuno, fino ad arrivare a La storia di Dylan Dog - il numero 100 che chiude idealmente la serie - il volume presenta uno squarcio importante della vita dell'Old Boy londinese. 

A fianco dei fumetti, il volume presenta anche due articoli di Franco Busatta e Luca Barbieri. Vi presentiamo qui l'inizio del secondo. Per leggerlo interamente non vi resta che comprare il volume, in libreria, fumetteria o attraverso il nostro store online.


Una vignetta da "L'alba dei morti viventi" Dylan Dog 1, testi di Tiziano Sclavi, disegni di Angelo Stano, colori di GFB Comics


Scatole cinesi. Xabaras è un nome che in sé contiene quello del Diavolo stesso: anagrammandolo, infatti, si ottiene Abraxas, una delle molte varianti con le quali ama farsi chiamare Lucifero. Ma non solo: il personaggio di Xabaras è forse anche il padre di Dylan Dog, anche se non è esattamente lui, non del tutto. Leggendo le storie di questo volume, potrete farvi un’idea abbastanza precisa di quel che intendo dire. Riassumendo il concetto: dentro Xabaras c'è il Diavolo e dentro il Diavolo una parte del padre di Dylan Dog.

Scatole cinesi, dunque. Il contenuto è assai più complicato, multiforme e sfaccettato di quanto non tradisca l’aspetto esterno dell’involucro. Pensiamo di essere di fronte a uno dei tanti "mad doctor" della storia del fumetto, ma così non sarà; ciò che Tiziano Sclavi ci riserva è molto diverso. Quando Dylan lo affronta nel primo numero della serie, ci viene detto che Xabaras ha avuto, in passato, qualche relazione con il padre di Dylan, suggerendoci l’idea di un odio antico, trasmesso in linea ereditaria. Ma, appena ventiquattro numeri dopo, in Morgana, il villain rimescola le carte: "Il tuo sangue è il mio sangue!", sostiene, per poi concludere: "Addio, figlio!".


L'Indagatore dell'Incubo è anche su Facebook, mettete "mi piace" alla pagina ufficiale della collana. Tutto Dylan Dog nel nostro Shop. Per non perdervi anteprime e aggiornamenti dell'universo bonelliano abbonatevi alla newsletter settimanale SBE.