Intervista Martin Mystère

Le matite del giovane Martin

Dopo l'esordio bonelliano su Agenzia Alfa, Rosario Raho disegna per la prima volta Martin Mystère con "La melodia che uccide", quarto numero della nuova serie a colori del Detective dell'Impossibile.

Da poco in edicola, il quarto episodio della saga di Martin Mystère - Le nuove avventure a colori, avventura milanese che vede il "nuovo" Martin alle prese con la "nuova" Detective dell'Impossibile, è forte delle matite di un artista che si confronta per la prima volta con il personaggio. Disegnatore appassionato e autodidatta, classe 1983, Rosario Raho ha già avuto modo di mostrare talento e professionalità, partendo dal fumetto indipendente, per passare poi a un bonellide di casa Star Comics e arrivando infine in Bonelli con il mondo fantascientifico di Agenzia Alfa.

► Da dove nasce la tua passione per i fumetti e quando ti sei lanciato nel disegnarli?

La mia passione nasce dall'amore per il disegno e la lettura, due dimensioni che nel fumetto trovano un connubio perfetto. Ho disegnato il mio primo fumetto all’età di quattordici anni quando provai a realizzare sotto forma di vignette il filmato introduttivo di un videogioco di cui ero appassionato. Professionalmente, invece, mi sono “lanciato” in questo mondo all’età di circa venticinque anni, disegnando per un editore indipendente due albi dedicati alla mitologia greca. Da lì ho svolto vari altri lavori per varie case editrici  italiane, fino ad approdare alla SBE.

► Una fonte di ispirazione può identificarsi o meno con l’oggetto della nostra ammirazione: quali artisti hai apprezzato in modo particolare e quali eventualmente sono stati il modello a cui hai guardato per disegnare?

Pur leggendo di tutto, sia fumetti italiani, francesi e americani, devo dire che ho avuto sempre un debole per lo stile americano e per Frank Cho, Adam Hughes e Lee Bermejo. Questi, a livello stilistico, sono i tre autori che più di tutti hanno influenzato il mio tratto, anche se ho sempre cercato di mantenere uno stile personale. A livello nazionale ammiro molto i lavori di Roberto De Angelis, Nicola Mari, Simone Bianchi e Paolo Eleuteri Serpieri, ognuno dei quali mi ha arricchito personalmente.

► La miniserie The Secret, bonellide della Star Comics per cui hai disegnato due storie, si ispira a temi del complottismo che si ritrovano anche nel mondo di Martin Mystère, di cui hai disegnato il numero quattro de Le Nuove Avventure a Colori: una semplice coincidenza o sei invece legato a questo tipo di immaginario?

Questo tema mi intriga molto, in effetti, tant’è vero che ho letto svariati libri sull’argomento. Diciamo che sono stati questi lavori a trovare me, piuttosto che io a cercare loro e sono molto contento di questo incontro!

► Per la nuova serie dedicata al Detective dell’Impossibile, i Mysteriani (il collettivo di sceneggiatori dietro alla nuova incarnazione del personaggio) producono uno storyboard che fa da riferimento per i disegnatori: come vivi questo strumento per il tuo lavoro?

Sicuramente preferisco di gran lunga avere piena autonomia nella strutturazione delle tavole e del lavoro in generale, però comprendo l’esigenza di fornire a noi disegnatori una linea guida in modo da rendere l’intera collana più omogenea possibile nello stile, pur mantenendo le peculiarità di ciascun autore.

► Prima del giovane Martin, hai disegnato due storie pubblicate su Agenzia Alfa: ti trovi a tuo agio con le atmosfere fantascientifiche e tecnologiche?

L’ambientazione futuribile è tra le mie preferite, anche se ho dovuto fare un importante lavoro di documentazione per arricchire le mie conoscenze e il mio immaginario.

► Sul tuo blog, tra i diversi omaggi personali, ne hai pubblicati alcuni dedicati a personaggi bonelliani, nello specifico illustrazioni di Tex e Dragonero, oltre ad alcune tavole con protagonista Zagor: una dichiarazione di intenti? A quali nuove avventure stai lavorando?

Le tavole di Zagor e le illustrazioni di Dragonero sono delle prove che mandai autonomamente ai rispettivi sceneggiatori delle serie, prima ancora di approdare su Agenzia Alfa. Attualmente sono al lavoro sul numero 11 della serie a colori di Martin Mystère.

A cura di Andrea Carlo Ripamonti


Diventando fan della pagina Facebook ufficiale di Martin Mystère sarete sempre informati su tutte le notizie e le anteprime dal mondo del vostro Detective dell'Impossibile, mentre, per non perdervi nessuna novità bonelliana, potete iscrivervi alla newsletter settimanale SBE.

Non dimenticatevi di visitare il nostro canale ufficiale YouTube: iscrivendovi, non rischierete di perdere nessuna delle video–novità targate Sergio Bonelli Editore!