Intervista Zagor

Finalmente Terranova!

Roberto Piere, da anni collaboratore interno alla nostra Casa editrice, torna a disegnare interamente un fumetto con il numero di Zagor già in edicola dal 2 febbraio. Ecco cosa ci ha raccontato in proposito.

Nel numero 619 di Zagor, in edicola dal 2 febbraio, inizia Terranova!, un'avventura che si concluderà solamente nell'albo di aprile, e che vede lo Spirito con la Scure immerso nella natura spietata del Grande Nord. Ai disegni troviamo Roberto Piere: dopo aver debuttato tra le pagine di Zona X, sul finire degli anni '90, da lungo tempo Roberto è uno dei grafici di redazione. Ci siamo fatti raccontare come ha cercato di conciliare questi due ruoli, nell'arco dei dieci anni di lavorazione che questa storia ha richiesto.

► Lavori da molti anni come grafico interno alla nostra Casa editrice, e finora, per Sergio Bonelli Editore, avevi realizzato solo due storie per Zona X. Com’è nata l’idea di disegnare un’avventura di Zagor?

È stata una collaborazione vera e propria, perché Moreno mi ha chiesto che cosa mi sarebbe piaciuto disegnare, e io ho scelto le cose che più mi entusiasmavano. Quindi il mare, le navi, gli animali del Grande Nord…

Lavorando come grafico, avevo praticamente smesso di disegnare, perché ormai tra le mie mani passava solamente quello che avevano disegnato gli altri. E più trascorrevano gli anni, più disegnare mi mancava. Così ho chiesto se c'era uno spazio che mi desse la possibilità di riprendere a farlo, con dei ritmi non troppo serrati, perché lavorando in redazione avrei potuto portare avanti la storia solo nei ritagli di tempo. Questo spazio si è aperto su Zagor, che è una testata di cui sono grande appassionato fin da bambino, quindi ho accettato molto volentieri. Ho fatto delle prove, che sono state valutate positivamente da Moreno Burattini e Mauro Boselli, che all'epoca era il curatore della testata, e così ho iniziato a lavorare a Terranova!.

► Con Moreno Burattini avevi però già lavorato per una storia pubblicata su "l'Intrepido", prima ancora di iniziare a lavorare in Bonelli. Com’è stata la collaborazione, questa volta?

È stata una collaborazione vera e propria, perché Moreno mi ha chiesto che cosa mi sarebbe piaciuto disegnare, e io ho scelto le cose che più mi entusiasmavano. Quindi il mare, le navi, gli animali del Grande Nord… Avventure di grande respiro, insomma. Lui ha tenuto conto dei miei desideri, solo che poi tutte quelle cose le dovevo disegnare davvero! Per fortuna non mi era stata data una scadenza: la sceneggiatura mi veniva consegnata mano a mano che completavo le tavole, dandomi piena libertà sui tempi di realizzazione.

► Come hai accennato, Terranova! è sostanzialmente una storia marinaresca. È stato complicato documentarti per rendere realistiche le sequenze ambientate a bordo del "Sea Rider"?

Ci sono due navi, nel corso della storia, e per entrambe ho preso a modello dei velieri realmente esistenti. In particolare la "Charles Morgan", una baleniera che oggi si trova in Connecticut, di cui ho modificato alcuni aspetti per non renderla troppo riconoscibile. Ma ho cercato di restare sempre il più fedele possibile alla realtà, perché Zagor è un fumetto realistico e quindi non potevo inventare nulla.


Stupore e determinazione in una sequenza di Roberto Piere


► Questa storia è anche profondamente immersa nella natura, è piena di animali e scenari mozzafiato. Ti sono tornati utili i tanti viaggi che hai fatto?

Sì, io ho girato molto il Canada: ho visitato lo Yukon, la British Columbia, l'Alaska, l'Alberta… Ho fatto migliaia di fotografie ad animali di ogni genere, quando ancora si usavano le reflex con la pellicola. Diverse di quelle foto mi sono state utili, anche se poi ho comprato anche molti libri e, non ultimo, mi è venuto in aiuto la documentazione presente su internet per certi particolari che altrimenti sarebbe stato complicato ritrovare.

► Ti ci sono voluti dieci anni, per finire questa avventura. Dovremo aspettare altri dieci, per la prossima?

Sinceramente, se dovessi considerare tutta la fatica che mi è costata questa storia, ti direi che mi fermo qui. Terranova! è una storia inizialmente prevista per la serie regolare, poi a causa della mia lentezza era stata spostata sul Maxi Zagor, ma visto che i tempi si allungavano ulteriormente è stata riportata sulla serie regolare per permettermi di portarla a termine. E finalmente ci sono riuscito, dopo quasi 11 anni. Ma finché non la vedo in edicola non ci credo!

A cura di Alberto Cassani


Lo Spirito con la Scure è anche su Facebook, seguite la pagina ufficiale della collana. Per non perdervi anteprime e aggiornamenti dell'universo bonelliano, abbonatevi alla newsletter settimanale SBE.