Libri

Appunti per un western eccentrico!

A partire dal 20 settembre potete trovare in libreria, fumetteria e nel nostro Shop online "Il prezzo dell'onore", un western classico e al contempo underground, scritto da Fabrizio Accatino e disegnato da Paolo Bacilieri. Ve lo presentiamo qui.

Pubblicato per la prima volta nel numero 31 di Le Storie, Il prezzo dell'onore è un fumetto western al contempo classico e modernissimo. Scritto da Fabrizio Accatino con i disegni di Paolo Bacilieri, arriva il 20 settembre il libreria, fumetteria e nel nostro Shop online in un lussuoso volume cartonato. Qui sotto trovate un estratto della postfazione di Accatino, mentre di sopra potete vedere alcuni disegni di Bacilieri.

Ho sempre amato l'epopea dei pistoleri, quando posso la infilo dappertutto. Mi piaceva l'idea di tornare su quei sentieri polverosi, su quelle piste arse dal sole. E questa volta sarebbe successo con personaggi tutti miei.

Ho sempre amato l'epopea dei pistoleri, quando posso la infilo dappertutto. Nel 2005 l'avevo fatto persino con Dylan Dog, per il quale avevo scritto l'unico episodio western della sua storia, La strada per Babenco. Mi piaceva quindi l'idea di tornare su quei sentieri polverosi, su quelle piste arse dal sole. E questa volta sarebbe successo con personaggi tutti miei, figurette ciniche, goffe, amorali, spietate, ridicole. Il tutto in una vicenda in cui i cattivi la fanno franca e i buoni schiattano senza un perché. Su Tex mi avrebbero impiccato per molto meno, ma pensai che Le Storie sarebbe stata la collana perfetta.

Il soggetto era dettagliato a sufficienza da costituire una traccia efficace su cui muovermi, ma molto della storia era ancora da definire. Ok, i miei tre uomini in fuga si sarebbero spostati dal punto A al punto B, poi al punto C e infine al punto D, il gran finale. Ma nel frattempo che cosa sarebbe capitato? In chi si sarebbero imbattuti, a quali disavventure sarebbero andati incontro, come si sarebbero evoluti i rapporti tra di loro? Per una volta decisi di buttarmi senza rete, evitando di pianificare tutto nel dettaglio. Mi limitai quindi a sedermi lì, accanto a loro, più che disponibile a farmi sorprendere.


Una vignetta tratta di Paolo Bacilieri da "Il prezzo dell'onore". Clicca per vedere la tavola intera.

Fu quello che accadde. Piano piano, i personaggi presero una vita propria e iniziarono a muoversi da soli, letteralmente. Io mi limitavo a osservarli in religioso silenzio. Navigavo a vista, prendendomi tutto il tempo che serviva per trasferire su carta le schermaglie tra i personaggi, le battute, la noia di certi momenti delle loro giornate in cui nulla accadeva. Insieme a quei piccoli dettagli che affioravano di volta in volta, all'improvviso, rimettendo in discussione tutto. Non avevo fretta di procedere verso la svolta narrativa successiva. Mi stavo semplicemente godendo il viaggio.

L'idea di partenza prevedeva un segno da western classico. Dopo un po', però, nella mia testa il tratto iniziò ad alleggerirsi. Iniziai a visualizzare disegni solari, prima formalmente perfetti, poi via via più distorti, grotteschi, underground.

Da un punto di vista grafico, l'idea di partenza prevedeva un segno da western classico. In fondo non era proprio quello che mi accingevo a scrivere? Immaginai linee sbozzate, ruvide, virili. Dopo un po', però, nella mia testa il tratto iniziò ad alleggerirsi, ammorbidendosi di vignetta in vignetta. Stava progressivamente trasformandosi in ligne claire. Iniziai a visualizzare disegni solari, prima formalmente perfetti, poi via via più distorti, grotteschi, underground. Con in mente questo mood visivo, continuai a sceneggiare per un po'. Finché non mi si accese la lampadina.

Paolo Bacilieri e il western erano all'epoca un accostamento ardito. L'unico trascorso grafico di Paolo nel lontano Ovest era stata una copertina per "XL", uscita un paio d'anni prima, con un faccione di Tex. In realtà - a inizio anni Duemila - aveva iniziato ad adattare a fumetti (senza terminarla) una storia di cowboy di Valerio Evangelisti. Un lavoro che non vide mai la luce, ma di cui intercettai per caso una tavola su Internet. Tra vignette sminuzzate, visi deformi, dettagli lerci e onomatopee angolose, quelle sue uniche immagini western avevano un sapore squisitamente cinematografico. Tirai un sospirone. I miei personaggi in cerca d'autore avevano terminato il loro vagabondare.

"Il prezzo dell'onore", dal 20 settembre in fumetteria, libreria e su shop.sergiobonelli.it


Per rimanere aggiornati su tutte le novità della nostra Casa editrice, potete seguire la pagina Facebook ufficiale di Sergio Bonelli Editore e iscrivervi alla newsletter settimanale.

18/09/2018