Intervista Julia

Un fantasy per Julia

In edicola dal primo settembre, "La spada stregata" è un'incursione di Julia nel mondo del fantasy televisivo. Ne abbiamo parlato con il disegnatore Giuseppe Candita, che da appassionato di giochi di ruolo si è trovato benissimo in questa ambientazione.

Il primo incontro di Giuseppe Candita con Julia è avvenuto sulle pagine dell'Almanacco del Giallo 2013. In seguito, quattro albi della serie regolare disegnati prima di La spada stregata, il n. 240, in edicola a partire dall'1 settembre 2018. Un albo particolare, perché ammantato di venature fantasy che al disegnatore varesino saranno senz'altro piaciute. Ne abbiamo parlato proprio con lui...

► "La spada stregata" è la sesta storia di Julia che disegni, e ormai sarai perfettamente a tuo agio con il suo mondo e i suoi comprimari. Trovi ancora qualche difficoltà, quando inizi a lavorare a un nuovo albo?

Le difficoltà ci sono sempre, soprattutto perché mi metto ogni volta alla prova, cerco sempre nuovi stimoli o soluzioni.

► In questo 2018 Julia festeggia i vent'anni di vita editoriale. Quale credi sia la particolarità del personaggio che piace di più al pubblico, tanto da permetterl di tagliare questo traguardo?

La sua umanità. A tutti gli effetti Julia sembra viva, hai la sensazione che esista veramente, quindi credo che nel momento in cui ti affezioni, hai il desiderio di vedere una tua amica almeno una volta al mese. Sono convinto anche che sia complice la forte somiglianza con Audrey Hepburn. Detto questo, Julia si comporta in maniera molto realistica, a volte imprevedibile, proprio come sono gli esseri umani.

A tutti gli effetti Julia sembra viva, hai la sensazione che esista veramente, quindi credo che nel momento in cui ti affezioni, hai il desiderio di vedere una tua amica almeno una volta al mese.

"La spada stregata" è ambientato sul set di una serie tv di genere fantasy, e tu sei un grande appassionato di giochi di ruolo e videogames. Hai trovato ispirazione in questi tuoi due amori, per disegnare l'albo?

Assolutamente si! Giancarlo Berardi ha sempre saputo di questa mia passione, e mi ha fatto questo graditissimo regalo, di cui lo ringrazio. I lettori più attenti noteranno parecchi "easter egg", molti omaggi disseminati in tutte le vignette sul mondo fiabesco, videoludico e no.

► Nonostante il prologo a colpi di orchi e spadoni, la conclusione - come dice anche uno dei personaggi - "è un classico, per un giallo". È difficile, disegnando, far sì che due anime così lontane tra loro possano convivere in maniera convincente all'interno della stessa storia?

Personalmente non è stato difficile, adoro troppo i mondi fiabeschi. La storia è stata pensata e scritta bene, per fare in modo che i due mondi potessero convivere bene insieme, io ho fatto del mio meglio per non dare troppo "stacco".

► E ora? Sei già all'opera con un nuovo albo a fumetti o ti prendi un attimo di pausa?

Sono al lavoro: non mi piace stare troppo fermo, è più forte di me. Quindi dopo una settimana di meritato riposo, mentre ti scrivo ho appena iniziato una nuova storia di Julia, ma anche una storia di... In più ho iniziato anche un'altra storia di... Ehi, ma tu lo sai! Ai lettori invece lasciamo ancora un po' di suspence.

A cura di Alberto Cassani

La spada stregata - di Giancarlo Berardi, Maurizio Mantero e Giuseppe Candita - è disponibile in edicola, fumetteria e nel nostro Shop online dall'1 settembre.


Se non volete perdervi nessun aggiornamento riguardo Julia, seguite la pagina Facebook del personaggio. Per rimanere aggiornati su tutte le novità della nostra Casa editrice, potete seguire la pagina ufficiale di Sergio Bonelli Editore su Facebook o su Instagram e iscrivervi alla newsletter settimanale.

12/09/2018