Iniziative bonelliane

Fino all'ultima pallottola!

Sergio Bonelli Editore e Cranio Creations hanno collaborato per realizzare "Il Gioco di Tex", un boardgame totalmente originale che trasporta i giocatori nel bel mezzo di un duello western! In quest'intervista, vi raccontiamo come.

Dopo oltre quarant'anni, Il Gioco di Tex torna in vetrina. Ma non si tratta della riproposta di quello uscito nel 1975, bensì di un gioco completamente originale, realizzato da Cranio Creations – specializzata nell'ideazione, sviluppo, produzione e distribuzione di giochi in scatola, sinonimo di divertimento, coinvolgimento e qualità in tutto il mondo – in collaborazione con la nostra Casa editrice. Per presentarvelo nel dettaglio abbiamo parlato con Giuliano Acquati, responsabile delle edizioni in Cranio, che ce ne racconta la genesi e il lungo e delicato processo di messa a punto.

Per gli appassionati di fumetti come noi, Tex è un'istituzione, ed è ormai un personaggio entrato di diritto nella cultura italiana.

Innanzitutto, raccontaci chi siete? Quando nasce e di cosa si occupa Cranio Creations?

Cranio Creations nasce nel 2009 con l'idea di creare un'esperienza di gioco unica e coinvolgente. Nei nostri giochi cerchiamo sempre di offrire divertimento e sfida, perché un gioco ha come missione primaria di divertire e stimolare. Cerchiamo di curare al meglio l'aspetto grafico, perché i disegni e la grafica di un prodotto sono l'immagine che lo rende appetibile. Ricerchiamo, infine, una grande interattività, per rendere ogni partita un evento da ricordare!

Come è nata l'idea di realizzare una vostra uscita dedicata a un personaggio Bonelli? E in particolare, in che modo Tex si prestava bene a divenire un gioco da tavolo?

Per gli appassionati di fumetti come noi, Tex è sempre stato un'istituzione, ed è ormai un personaggio entrato di diritto nella cultura italiana. Quindi, l'idea di portarlo sul tavolo da gioco ci è sembrata perfetta per rappresentare l'eterna sfida tra il Bene e il Male! 

La creazione di un "boardgame" è un processo complesso: attraverso varie fasi di lavorazione e di test, si arriva a proporre ai giocatori un titolo accattivante come Il Gioco di Tex. Raccontaci quali sono state queste fasi di lavorazione e quali le questioni più "spinose" da risolvere.

Si tratta di una sfida a suon di dadi e carte che cala il giocatore nel mezzo di un tipico duello western! Un gioco per tutti, con regole semplici e dal divertimento assicurato!

Un boardgame nasce prima di tutto da un'intuizione, che di solito riguarda le meccaniche di gioco. L'intuizione va poi sviluppata perché il gioco abbia una struttura solida, quindi la struttura va bilanciata così che tutto fili liscio durante la partita. Questo processo avviene con numerosi test di gioco (la parte più dura del lavoro...).
Avevamo in mente alcune meccaniche che si sarebbero potute adattare allo stile di gioco che volevamo ottenere: la sensazione di tensione prima del duello e la prontezza di riflessi sono rese dalla fase di lancio di dadi in contemporanea, mentre l'interazione tra giocatori è data dalle numerose carte azione.

La parte di sviluppo più complicata è stata la ripulitura di tutto il materiale che avevamo sviluppato in un primo momento: "semplificare", con lo scopo di avere un prodotto che fosse apprezzabile da tutti, è più difficile di quanto dica la parola! Un secondo momento di grande sfida, e creatività, è stato dover disegnare gli elementi fisici del gioco: tabellone, plance giocatore e dadi hanno richiesto numerosissimi tentativi, ma siamo molto soddisfatti del risultato definitivo!


Un'immagine pubblicitaria del Gioco di Tex

L'intero look di Il Gioco di Tex è fortemente influenzato dal segno inconfondibile di Fabio Civitelli. In che modo avete attinto alle tavole del maestro di Arezzo per trasformarle nelle tante carte che contraddistinguono il vostro prodotto? Ha realizzato anche delle nuove illustrazioni, da sfruttare per l'occasione?

Abbiamo attinto all'incredibile archivio delle sue illustrazioni, facendo una grande ricerca per trovare quelle che andassero a descrivere meglio le tante carte azione. A volte abbiamo anche preso spunto da alcune immagini che ci piacevano particolarmente per creare una carta che le utilizzasse.

Per quanto riguarda le esclusive, abbiamo un'incredibile copertina realizzata appositamente, e anche i personaggi in fustella (Mefisto, El Morisco, Lucero, El Muerto, Tiger Jack), protagonisti del gioco insieme a Tex, sono stati disegnati per l'occasione da Civitelli.

Abbiamo attinto all'incredibile archivio di illustrazioni di Fabio Civitelli, facendo una grande ricerca per trovare quelle che andassero a descrivere meglio le tante carte azione.

Se dovessi descrivere il gioco per i non addetti ai lavori, per chi magari non si è mai avvicinato a questo genere di intrattenimento, come glielo presenteresti?

Si tratta di una sfida a suon di dadi e carte che cala il giocatore nel mezzo di un tipico duello western! Un gioco per tutti, con regole semplici e dal divertimento assicurato!

Per concludere, quando potremo metterci finalmente attorno a un tavolo e cimentarci nel duello? Dove potremo trovare in vendita Il Gioco di Tex? 

Il gioco sarà presentato ufficialmente a Cartoomics 2018, dopodiché inizierà la distribuzione in tutti i negozi specializzati, fisici e online!

A cura di Luca Del Savio


Se non volete perdervi nessun aggiornamento riguardo Tex seguite la pagina Facebook del personaggio. Per rimanere aggiornati su tutte le novità della nostra Casa editrice, potete seguire la pagina Facebook ufficiale di Sergio Bonelli Editore e iscrivervi alla newsletter settimanale.

20/02/2018