Le Storie

Antonio Serra e gli Astromostri

Arriva in edicola il 12 ottobre il numero 61 della nostra collana antologia Le Storie. Scritto da Antonio Serra e disegnato da Maurizio Rosenzweig, "Astromostri" è quasi una dichiarazione d'amore ai film di mostri giapponesi degli anni '60...

Tutte Le Storie sono uniche e speciali. Tutte nascono dal desiderio di intrattenervi, emozionarvi o stuzzicare in voi riflessioni e curiosità. "Astromostri" ha un "quid" in più: Antonio Serra vi ha infatti riversato le tracce e i semi del suo immaginario, le sue passioni di gioventù, le suggestioni, i mostri e gli eroi di quello che è il suo personale romanzo di formazione. Per presentarla, dunque, gli cediamo più che volentieri la parola...

Il contenuto di Astromostri nasce dalle molte suggestioni della cultura del Sol Levante che, nel corso della mia vita, mi hanno colpito. Mille "dettagli" relativi al Giappone degli anni '60 sono presenti nelle pagine dell'albo, a volte appena accennati ma, mi auguro, comunque percepibili. Più approfondita, invece, è la rappresentazione di quella che doveva essere l'atmosfera sul set di un film tokusatsu (ovvero "quelli con gli effetti speciali"). I più attenti potranno identificare il film a cui facciamo riferimento, e anche riconoscere, tra i personaggi che si muovono nel teatro di posa, alcune figure storiche legate ai kaiju eiga (i film di mostri), qui sotto falso nome. Altri noti personaggi dell'epoca fanno delle "comparsate" come veri e propri attori in questa avventura nata tra le pieghe della memoria e della passione. Passione per gli aeroplani (qui rappresentati dal Douglas SBD Dauntless), per la Seconda Guerra Mondiale e le sue complesse conseguenze, per il fantastico, per il cinema di fantascienza e non, per la tecnologia degli effetti speciali, all'epoca non proprio ai primordi ma certo del tutto diversa da quella a cui siamo abituati oggi.

Spero possiate divertirvi sfogliando l'albo, scoprire tutti gli "easter eggs" inseriti da Maurizio Rosenzweig (molti, e non sempre "fedeli" alla linea temporale della narrazione, ma certamente pertinenti a quella contraddittoria mistura di emozioni che sono i ricordi), e partecipare agli eventi della vita di John, il nostro protagonista, la cui esperienza di reduce lo rende una figura certo particolare nel Giappone di quegli anni, oltre che l'unico personaggio veramente "inventato" di un racconto che, per altri versi, cerca di fotografare un momento preciso dell'evoluzione di una nazione legata, più di molte altre, alle tradizioni del proprio passato.

110 pagine non possono esaurire gli argomenti, queste righe ancora meno. Ma la realtà è che sono le Storie a "parlare" al vostro cuore, non questi testi.

A cura di Antonio Serra


Se non volete perdervi nessun aggiornamento riguardo Le Storie, seguite la pagina Facebook della collana. Per rimanere aggiornati su tutte le novità della nostra Casa editrice, potete seguire la pagina Facebook ufficiale di Sergio Bonelli Editore e iscrivervi alla newsletter settimanale.