Color Zagor

L'ultima storia di Gallieno Ferri!

Il 2 agosto arriva in edicola il numero 5 di Color Zagor, "L'antica maledizione". È un albo speciale, perché contiene l'ultima storia disegnata dal maestro Gallieno Ferri. Per presentarlo, lasciamo la parola al curatore della collana Moreno Burattini.

Il numero 5 di Color Zagor - in edicola a partire da oggi - è sicuramente un albo storico da conservare. Si tratta, infatti, dell'ultima storia ancora rimasta inedita del grande Gallieno Ferri, il creatore grafico dello Spirito con la Scure. 

Quando, il 2 aprile del 2016, la primavera che ce l'aveva regalato 87 anni prima se l'è portato via, Gallieno Ferri aveva da poco finito di disegnare la sua tavola di Zagor numero 20.810: la prima risaliva al 1961. L'artista ligure era nato a Genova il 21 marzo 1929, e lì è morto disegnando, instancabile come al solito. Al momento della sua scomparsa deteneva tre record ancora imbattuti: era il disegnatore italiano con più anni di ininterrotta presenza in edicola con le copertine dello stesso eroe (55); l'autore del maggior numero di tavole di un unico personaggio della scuderia Bonelli (Zagor in entrambi in casi); il copertinista più prolifico nel formato gigante che caratterizza la Casa editrice di Via Buonarroti (838). A questi dati vanno aggiunte le tante copertine degli albi a striscia (233) e le tavole illustrate per Mister No (119) e Giubba Rossa (48). Questi dati, che si riferiscono soltanto alla sua produzione bonelliana (ne esiste una precedente, soprattutto destinata al mercato francese, che è difficile persino quantificare, tanto è estesa), danno un'idea della quantità del suo lavoro, ma non bastano a rendere ragione della qualità che lo contraddistingueva. 

L'ultima tavola dello Spirito con la Scure illustrata da Ferri è la n° 63 di "L'antica maledizione", pubblicata a pagina 67 dell'albo. Le successive sono state disegnate da Gianni Sedioli (matite) e Marco Verni (chine), i due più fedeli continuatori dell'opera del maestro. È commovente pensare a quanti sogni, emozioni, brividi, risate ci abbia regalato Gallieno in tanti anni: c'è una sua copertina per ogni momento della vita di chi è cresciuto con Zagor. Si tratta di un tesoro che nessuno potrà portarci via, al pari del ricordo delle storie di Sergio Bonelli, alias Guido Nolitta.

Proprio a un character nolittiano e ferriano è dedicata la storia di questo Color: si tratta del dottor Metrevelic, la cui prima apparizione risale all'albo "Zagor contro il Vampiro", dell'agosto 1972: cioè, esattamente quarantacinque anni fa. Adesso, Jacopo Rauch ci svela qualcosa sul passato del medico jugoslavo, chiarendo anche alcune cose di cui finora non si era mai saputo nulla. 

A cura di Moreno Burattini


Se non volete perdervi nessun aggiornamento riguardo Zagor, seguite la pagina Facebook dello Spirito con la Scure. Per rimanere aggiornati su tutte le novità della nostra Casa editrice, potete seguire la pagina Facebook ufficiale di Sergio Bonelli Editore e iscrivervi alla newsletter settimanale.