Libri

Tex: Gli eroi di Devil Pass

Il 13 luglio è arrivato in libreria e fumetteria il nuovo volume cartonato dedicato a Tex, "Gli eroi di Devil Pass", con cui la nostra Casa editrice celebra i cinquant'anni dall'uscita della prima avventura texiana disegnata da Giovanni Ticci.

Con il libro Tex. Gli eroi di Devil Pass - a breve in libreria, fumetteria e nel nostro Shop online - celebriamo i cinquant'anni dall'uscita della prima avventura del Ranger texano disegnata dal grande Giovanni Ticci. Per spiegare l'importanza del disegnatore senese nella storia editoriale di Aquila della Notte, Graziano Frediani ha scritto un interessante testo che vi riportiamo qui parzialmente, e che potete leggere nella sua interezza come introduzione al volume. 

Sono trascorsi cinquant'anni da quando apparve la prima storia di Tex illustrata da Giovanni Ticci, "Vendetta indiana", suddivisa in cinque puntate nella serie settimanale a striscia, nel gennaio-febbraio 1967. Fu un esordio memorabile, prima di tutto per la novità rappresentata dallo stile grafico di Ticci: un segno "all'americana" - e dunque rapido ed essenziale, scandito da guizzanti contrasti fra il bianco e il nero anziché dal pittorico, pastoso tratteggio che caratterizzava la classica scuola "all'italiana".

"Gli eroi di Devil Pass" - pubblicata fra il marzo e il giugno 1980 - è l'undicesima storia che vede fianco a fianco Gian Luigi Bonelli e il disegnatore senese. Si tratta di un'opera che porta ai massimi livelli quella sintesi espressiva che Ticci ha imparato prima leggendo e ammirando, da comune lettore, i comic-books illustrati dai rinnovatori del fumetto statunitense (Milton Caniff e Alex Toth), poi messa in pratica, e personalizzata, negli anni che lo hanno visto passare dall'apprendistato presso lo Studio di Rinaldo D'Ami all'intensa e fruttifera collaborazione con lo Studio di Alberto Giolitti, che di quei comic-books destinati al mercato d'oltreoceano - e ispirati a film e serie televisive non soltanto western - ne produsse a centinaia.


Una striscia di Giovanni Ticci tratta dal volume "Gli eroi di Devil Pass", testi di Gian Luigi Bonelli.

Anche per retaggio di questa esperienza, il segno di Ticci è cinematografico, e dunque minuziosamente studiato nei giochi di luce, nel taglio delle inquadrature, nella "recitazione" degli attori, come gli hanno insegnato tanti registi americani nel senso più nobile del termine, quali il classico ed epico John Ford e il più moderno e crepuscolare Robert Aldrich. Proprio vedendo e rivedendo una pellicola di quest'ultimo, "Nessuna pietà per Ulzana", Ticci confessa di provare una forte emozione di fronte a sequenze che sembrano ispirate dai quadri e dalle illustrazioni di Frederic Remington, uno dei più importanti pittori del West. E "Gli eroi di Devil Pass" sembra davvero un western "alla Aldrich": ne ha il respiro drammatico, l'inesorabile crescendo, l'amara consapevolezza di quanto la violenza, nel mondo della Frontiera, sia l'unica forza propellente, dall'una e dall'altra parte della barricata. Per fortuna, a opporre resistenza a questa legge senza scampo ci sono Tex e i suoi compagni, calati, qui più che mai, nel difficilissimo ruolo di equilibratori, di pacificatori, se mai di pace si può parlare, in quelle terre su cui, per forza di cose, regnano la rabbia, l'ingordigia, il disprezzo di ogni principio morale...

A cura di Graziano Frediani


Se non volete perdervi nessun aggiornamento riguardo Tex e i suoi Pards, seguite la pagina Facebook del personaggio. Per rimanere aggiornati su tutte le novità della nostra Casa editrice, potete seguire la pagina Facebook ufficiale di Sergio Bonelli Editore e iscrivervi alla newsletter settimanale.