Intervista Nathan Never

Nathan Never Annozero!

Dopo il debutto in fumetteria, dal 27 maggio è disponibile in edicola il primo numero dell’attesissima miniserie dell’Agente Speciale Alfa. Ne abbiamo parlato con Glauco Guardigli, curatore editoriale di Nathan Never.

Sei numeri, in uscita a cadenza mensile, per rivivere e al contempo rivisitare sotto un’inedita angolazione le emozioni dei primi, amatissimi albi dell’Agente Speciale Alfa: è questo Nathan Never Annozero, la miniserie di Vigna e De Angelis che arriva in edicola a partire dal 27 maggio e che, per la prima volta nella storia delle nostre pubblicazioni, ha fatto il suo esordio, già da qualche giorno, tra gli scaffali delle fumetterie. Ne abbiamo parlato con Glauco Guardigli, curatore editoriale della collana, approfittandone per gettare anche uno sguardo sul presente e sul vicino futuro di Nathan Never!

► Nathan Never Annozero è tra le iniziative che festeggiano il venticinquennale dell’Agente Speciale Alfa: come è nata la miniserie e quali sono le sue peculiarità?

Una delle trovate migliori del progetto ideato da Vigna è stata quella di ricominciare la serie dal principio, ripresentando, anche in forma inedita personaggi, situazioni e ambientazioni, così da creare un nuovo e avvincente universo narrativo.

Il progetto è nato da un'idea di Bepi Vigna, che da tempo desiderava rivisitare le origini di Nathan, addentrandosi nei meandri più oscuri di un personaggio complesso e sfaccettato, con ben venticinque anni di storia editoriale alle spalle. La redazione ha accolto subito con grande entusiasmo la sfida, richiedendo all'autore non i canonici tre-quattro episodi, sul modello delle mini-miniserie che stavano partendo proprio allora, bensì un lungo e appassionante viaggio di sei albi nella fantascienza neveriana. Episodi che sarebbero stati illustrati, in maniera spettacolare, da Roberto De Angelis: un autore storico della collana, uno dei disegnatori più apprezzati dai lettori e che sapevamo avrebbe contribuito alla riuscita dell'iniziativa con il suo inimitabile talento.

► Annozero è pensata per chi già conosce il personaggio e il suo mondo, oppure offre ai lettori l’opportunità di avvicinarsi a Nathan Never senza bisogno di avere alle proprie spalle un corposo background di letture?

Una delle trovate migliori del progetto ideato da Vigna è stata proprio quella di ricominciare la serie dal principio, ripresentando, anche in forma inedita – sotto una diversa luce o da una prospettiva differente – personaggi, situazioni e ambientazioni, così da creare un nuovo e avvincente universo narrativo, pensato per toccare le corde emozionali degli aficionados, senza dubbio, ma soprattutto fruibile anche dai nuovi lettori.

► Oltre a costituire il debutto di una miniserie nathanneveriana, Annozero è anche la prima pubblicazione bonelliana a esordire in fumetteria prima che in edicola: in cosa differiscono le due edizioni?

Prima di tutto, vorrei sottolineare che le due versioni hanno il medesimo prezzo di copertina. E proprio nella cover si manifesta la particolarità dell'edizione da fumetteria – disponibile dal 18 maggio – che presenta un’illustrazione a china acquarellata di Roberto De Angelis. La stessa immagine appare, invece, a colori per l'edizione da edicola, in uscita il 27 maggio. Inoltre, con queste cover abbiamo voluto un po’ giocare: una volta conclusa la miniserie, unendo tra loro le copertine di tutti e sei gli albi (sia da edicola che da fumetteria) otterremo un unico grande disegno!

► Proprio in occasione del venticinquennale, c’è molto fermento tra le collane di Nathan Never: cosa attende i lettori in questi e nei prossimi mesi?

Per cominciare, qualche giorno prima dell’esordio di Annozero, è arrivato in edicola il numero 300 di Nathan Never, dal titolo “Altri mondi”, scritto da Bepi Vigna e disegnato da Roberto De Angelis, lo stesso formidabile team che ha realizzato la miniserie. L’albo, arricchito dai colori della sorprendente Francesca Piscitelli, presenta una storia particolarmente adatta per chi volesse avvicinarsi al personaggio per la prima volta, o per chi ritornasse sulla testata dopo un periodo di pausa, ma che non mancherà di intrigare anche il pubblico più assiduo. Un numero 300, quindi, che non è solo un importante traguardo, ma anche un promettente nuovo inizio, tanto è vero che gli albi successivi – in uscita tra giugno e agosto, a firma di Antonio Serra e Sergio Giardo – daranno una vera e propria sterzata all’universo del nostro Agente speciale Alfa… Non possiamo ovviamente svelare troppo, ma siamo certi che sarà una storia di cui si parlerà a lungo…


Una vignetta tratta da "Giorni oscuri", primo numero della miniserie Annozero, disegno di Roberto De Angelis.

A chiusura dei festeggiamenti, sulla serie regolare, a settembre arriverà un altro albo a colori, scritto questa volta da Michele Medda e disegnato da Germano Bonazzi. L’universo di Nathan abbraccia però anche altre testate: il Maxi, lo speciale, Agenzia Alfa, il Nathan Never Magazine, Asteroide Argo, pur con cadenze più rarefatte. Il compito di rappresentarle tutte è stato affidato a Universo Alfa, il cui diciottesimo numero (anche per festeggiare la maggiore età) è uscito lo scorso 17 maggio con una storia – "Attacco alla Terra" –, per la prima volta a colori, di Generazione Futuro, i nuovi eroi protagonisti finora di alcuni numeri di Agenzia Alfa: ai testi Stefano Vietti, al servizio del talento grafico, dinamico e modernissimo, di Ivan Fiorelli. Se vogliamo includere l’evento tra quelli celebrativi, inoltre, possiamo segnalare anche la quarta puntata di “The Editor is in”, andata in onda il 16 maggio su Sky Arte HD (e disponibile sull’On Demand della piattaforma Sky), che vedeva protagonista proprio il nostro eroe, prendendo ironicamente in giro il suo carattere di “musone”.


Nathan Never compie 25 anni, per non perdervi nessuna delle iniziative previste per celebrarne l'anniversario, vi consigliamo di mettere "mi piace" alla pagina Facebook ufficiale dell'Agente Alfa e di iscrivervi alla newsletter settimanale Sergio Bonelli Editore.