Anteprima Dylan Dog

Brividi colorati

Ad agosto si rinnova l'appuntamento con il Dylan Dog Color Fest estivo. Ecco una gustosa anteprima delle quattro storie da brivido che compongono la quindicesima uscita!

In arrivo entro metà agosto, il quindicesimo Dylan Dog Color Fest precipita l'inquilino di Craven Road 7 in quattro nuove e coloratissime storie del terrore. Per godervi qualche pagina in anteprima, sfogliate la nostra gallery in apertura. Mentre, a presentarci gli autori dei quattro incubi "in technicolor", ecco Roberto Recchioni, curatore della collana (insieme a Franco Busatta) e autore dell'introduzione dell'albo che vi anticipiamo in questa pagina.

Cari Dylaniati,
via alle presentazioni: in copertina, Paolo Barbieri, un illustratore del fantastico e dell’orrore di caratura internazionale. I suoi lavori più noti sono legati ai romanzi del Mondo Emerso di Licia Troisi, ma ha anche realizzato libri del tutto personali come "Favole degli Dei" e "L’Apocalisse".

Matteo Casali, sceneggiatore diviso tra l’Italia e gli Stati Uniti, autore della prima storia del Color Fest, "Spore". A lui si deve l’universo di "Quebrada", nonché avventure scritte per eroi come "Batman" e gli "X-Men". Luca Dell’Uomo, uno dei primissimi cartoonist di Dylan Dog, dopo una lunga assenza dal tavolo da disegno, è tornato, negli ultimi tempi, a esplorare il mondo dell’Indagatore dell’Incubo.

Giovanni Gualdoni, creatore di "Wondercity", ha firmato la seconda storia dell'albo, "Il pasto vivo". Per la Sergio Bonelli Editore ha collaborato a testate quali Le Storie e Nathan Never. È stato per anni il curatore editoriale di Dylan Dog. Giorgio Santucci, disegnatore “esagerato”, proveniente dall’ambiente underground del fumetto italiano, esordisce in Sergio Bonelli Editore con Orfani (albo n.7, "Bugie e pallottole").

Gigi Simeoni (ai testi di "Il respiro del Diavolo"), dallo spazio di "Hammer" e Nathan Never, trova poi casa a Craven Road. Sceneggiatore e disegnatore, ha realizzato anche i due apprezzatissimi romanzi grafici "Gli Occhi e il Buio" e "Stria". Werther Dell'Edera, al debutto su Dylan, ha già lasciato il suo segno inconfondibile su Orfani, firmando pagine intense e cariche di dinamismo.

Luca Vanzella, sceneggiatore proveniente a sua volta dall’ambito del fumetto indipendente, ha ideato la saga robotica di "Beta" e dato vita al personaggio di "Aleagio". A realizzare con lui "Il mondo negli occhi", Luca Genovese: disegnatore spesso in combutta con Vanzella, ha illustrato i suddetti "Beta" e "Aleagio", ma anche "John Doe" e Orfani.

Ai colori Erika Bendazzoli, Oscar Celestini, Alessia Pastorello e Luca Bertelé (coadiuvato da Manuela Nerolini).

Tanti nomi e tanto talento per quattro storie brevi e fulminee come colpi di rasoio.

Lampi di orrore.

E poi le urla.

Roberto Recchioni